RALLY-RAID

Conto alla rovescia per la 43esima edizione della "Dakar": Toyota in campo con quattro Hilux

Sarà nuovamente la sfida tra Toyota e Mini ad animare la Dakar al via domenica 3 gennaio da Jeddah. La Casa giapponese schiera quattro Hilux ultima versione.

di
  • A
  • A
  • A

"Orfana" di Fernando Alonso, tornato al suo antico amore - la pista e la Formula Uno in particolare - per la Dakar ormai vicina la Toyota si affida agli specialisti, schierando due piloti di provata esperienza ed entrambi già vincitori della prova - Nasser Al-Attiyah e Giniel De Villiers - ed affiancandoli con due outsiders che rispondono ai nomi di Henk Lategan e Shameer Variawa, sudafricani come De Villiers.

Dalla sua prima partecipazione alla "Dakar" nel 2012 la Toyota ha frequentato con assiduità il podio della gara auto, conquistando con Nasser Al-Attiyah la prima vittoria (seconda personale per l'emiro del Qatar) due anni fa, in occasione dell'ultima edizione in America Latina del rally nato nel 1979. Priva appunto di Fernando Alonso, la Casa nipponica avrà come piloti di punta lo stresso Al-Attiyah e nel sudafricano Giniel De Villiers (che nel 2009 si era aggiudicato - con Volkswagen, però - la prima edizione sudamericana!

 Ai due top drivers si uniscono i due sudafricani Henk Lategan e Shameer Variawa. Per il primo si tratta del debutto assoluto nella classica d'inizio anno, per il secondo invece della prima volta in un team ufficiale. I quattro equipaggi avranno a disposizione l'ultima versione della Toyota Hilux, costruita e sviluppata presso la sede del team a Johannesburg. L'attuale vettura si basa sul collaudato modello introdotto nel 2018 e presenta un motore centrale, sospensioni posteriori indipendenti e trazione integrale. Per il 2021, il layout generale e l’impostazione della vettura rimangono invariati, ma gli affinamenti delle sospensioni e del motore V8 aspirato fanno sì che la versione più recente dell’Hilux sia più competitiva e affidabile che mai.  

La sfida più attesa è naturalmente quella tra Toyota e Mini che si è risolta a favore di quest'ultimo marchio nella prima metà dello scorso mese di gennaio grazie alla vittoria Carlos Sainz davanti ad Al-Attiyah, con l'altro prototipo Mini X-Raid di Stephane Peterhansel a completare il podio. L'edizione 2021 della "Dakar si svolgerà ancora una volta esclusivamente in Arabia Saudita, con partenza da Jeddah domenica 3 gennaio, percorso simile a quello dell'edizione 2020, giornata di riposo il 9 gennaio nella città di Ha'il, prima del ritorno a Jeddah venerdì 15 gennaio. Il percorso del 2021 prevede anche due tappe ad anello con partenza e arrivo nello stesso luogo, oltre alla tradizionale Marathon Stage che i concorrenti dovranno completare senza rientro notturno per il servizio nel bivacco. Per l'edizione 2021 sarà introdotto un nuovo roadbook digitale, con il percorso reso disponibile solo poco prima dell'inizio di ogni tappa. Questo approccio è stato sperimentato per alcune tappe selezionate del Rally Dakar 2020, ma diventerà "standard".  

 

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments