NACRA 17

Tokyo 2020, vela: Tita e Banti da sogno, è almeno argento prima della Medal Race nei Nacra 17

Una vittoria e due secondi posti nelle ultime tre regate per la coppia azzurra: medaglia già in tasca in vista della decisiva prova del 3 agosto. Adesso, l'obiettivo è l'oro

  • A
  • A
  • A

L'Italia è pronta a mettersi al collo un'altra medaglia delle Olimpiadi di Tokyo 2020, e stavolta arriva dalla vela, dove mancava da 13 anni: Ruggero Tita e Caterina Banti, infatti, chiudono nel migliore dei modi le ultime tre regate (10, 11 e 12) prima della Medal Race nei Nacra 17 e, grazie ad un primo e due secondi posti, ipotecano almeno l'argento in vista della prova decisiva che assegnerà l'oro, in programma il 3 agosto.

Ruggero Tita e Caterina Banti sognano e fanno sognare l'Italia. All'Enoshima Yacht Harbour, la coppia mista interrompe un digiuno lungo 13 anni e garantisce alla vela azzurra una medaglia che mancava da Pechino 2008, quando Diego Romero vinse il bronzo nel laser maschile e Alessandra Sensini si aggiudicò l'argento nel windsurf femminile. A Tokyo 2020, invece, a garantire almeno il secondo posto è il duo composto dal 29enne di Rovereto e dalla 34enne romana, che chiude nel migliore dei modi le 12 regate prima della decisiva Medal Race in programma martedì 3 agosto. Un vantaggio consistente che i due sperano di conservare per non accontentarsi dell'argento e regalare l'oro all'Italia.

Ruggero Tita e Caterina Banti dimostrano ancora una volta di essere in gran forma e danno l'ennesima prova di continuità, aggiudicandosi l'undicesima regata che vale il poker di successi dopo quelli ottenuti nella prima, nella terza e nella sesta. Ma nella decima e nella dodicesima arrivano comunque due secondi posti alle spalle della coppia danese composta da Lin Cenholt e Christian Lubeck: risultati che non possono non far felici Tita e Banti, che chiudono tutte e tre le regate davanti ai diretti concorrenti per il titolo olimpico, i britannici John Gimson e Anna Burnet. Una serie di risultati che, di fatto, garantiscono almeno l'argento alla coppia mista azzurra, che adesso però punta al colpo grosso: martedì 3 agosto alle ore 8:33 italiane, infatti, è in programma la decisiva Medal Race, che mette in palio l'oro. A Tita e Banti basta un sesto posto per scrivere la storia della vela italiana.

"FIDUCIOSE PER LA MEDAL RACE"

"Siamo stati veramente veloci, abbiamo fatto una buona partenza. Siamo stati in controllo in entrambe le gare, abbiamo fatto le cose giuste, per questo e' stato facile". Sono queste le prime impressioni di Ruggero Tita, che in coppia con Caterina Banti si e' assicurato almeno la medaglia d'argento nel Nacra 17 di vela a Tokyo 2020. Martedi' e' in programma la medal race che potrebbe regalare l'oro agli azzurri, attualmente in testa alla classifica. "Le regate sono regate, non ci si puo' aspettare nulla, ma dopo esserci allenati per cinque anni siamo fiduciosi. Cercheremo di non commettere alcuni errori che gli altri hanno commesso - ha proseguito - E' troppo presto per pianificare qualcosa cosa, e' appena finita la gara. Dobbiamo rilassarci e analizzare le cose. Dobbiamo rimanere concentrati e rimanere in lotta fino alla fine".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments