BASKET

Tokyo 2020, basket: ultimo quarto strepitoso, l’Italia batte la Nigeria e va ai quarti

Gli Azzurri partono forte, poi calano nei quarti centrali: nell’ultima frazione Melli, Mannion e Polonara trascinano la squadra di Sacchetti con un parziale di 24-8 che vale la qualificazione

  • A
  • A
  • A

L’Italia del basket esulta: nell’ultima gara del gruppo B, gli Azzurri battono 80-71 la Nigeria e si qualificano per i quarti del torneo di Tokyo 2020. Match dall’andamento altalenante: grande partenza degli azzurri (anche +15 nel primo periodo), poi i nigeriani dominano i quarti centrali. Nell’ultimo periodo un parziale di 24-8 con Melli (15), Mannion (14) e Polonara (13) sugli scudi, regala il successo agli Azzurri.

Il sogno olimpico dell’Italbasket continua: la Nazionale guidata dal c.t. Meo Sacchetti non sbaglia contro la Nigeria e, vincendo grazie a uno spettacolare ultimo quarto, conquista l’accesso ai quarti di finale del torneo a Cinque cerchi. La partita sembrerebbe già in cassaforte dopo pochi minuti: quando a 2’22” dal termine della prima frazione Nico Mannion firma il secondo di due tiri liberi, gli Azzurri sono avanti 27-12 e la nazionale biancoverde, imbottita di giocatori di scuola americana e allenata da un ex coach Nba come Mike Brown, sembra totalmente fuori partita. Cambia tutto, però, nei due periodi centrali: entrano prepotentemente in partita Chimezie Metu (22 punti al termine) e Jordan Nwora (20), che soprattutto dalla distanza non perdonano una difesa che inizia a soffrire e condiziona a sua volta anche la prestazione dell’attacco, tanto che il parziale sommato di secondo e terzo periodo è di 46-27 per la Nigeria, che arriva all’ultimo mini intervallo con grande fiducia e, soprattutto, 7 punti di vantaggio sul 56-63.

Quando tutto sembra perduto (per l’Italia c’è anche un Gallinari da soli 3 punti, condizionato da quattro falli in tre quarti) ci pensano a ruggire Nicolò Melli, Achille Polonara e Nico Mannion: il primo, autore di 15 punti complessivi, mette la firma sul sorpasso a metà periodo (65-64), il secondo raccoglie un paio di rimbalzi offensivi fondamentali e chiude a 13 punti, mentre il giovane giocatore dei Golden State Warriors sigilla la qualificazione con i tiri liberi che valgono 14 punti personali e, soprattutto, l’allungo decisivo nel finale. Nel 24-8 di parziale dell’ultimo periodo si segnalano anche le ottime prove di Simone Fontecchio (12 al termine per lui) e Alessandro Pajola (4 punti, altrettanti assist e +8 di plus-minus). Il ritorno ai Giochi dopo 17 anni, dunque, continua a regalare soddisfazioni al basket azzurro: si attende ora il sorteggio per capire quale sarà l’avversaria cui l’Italia contenderà un posto in semifinale.

ITALIA-NIGERIA 80-71 (29-17, 11-22, 16-24, 24-8)
Italia: Spissu n.e., Mannion 14, Tonut 10, Gallinari 3, Melli 15, Fontecchio 12, Tessitori 3, Ricci 6, Moraschini 0, Vitali 0, Polonara 13, Pajola 4.
Nigeria: Okpala 2, Agada 0, Udoh n.e., Metu 22, Emegano 0, Oni 3, Okafor 14, Okogie 2, Vincent 3, Nwora 20, Nwamu 0, Achiwa 5.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments