Rio 2016: Lochte e altri tre nuotatori americani rapinati sotto la minaccia di armi

"Mi hanno puntato la pistola alla testa". L'episodio è stato confermato dal Comitato olimpico statunitense e anche dal Cio

Lochte, foto AFP

Grande spavento per Ryan Lochte e altri tre nuotatori americani, che sono stati rapinati, sotto minaccia di armi, da falsi poliziotti in un taxi a Rio de Janeiro di ritorno da una festa. Lo ha raccontato lo stesso Lochte al brasiliano Thiago Pereira, anche lui nuotatore. L'episodio è stato confermato dal Comitato olimpico statunitense e anche dal Cio, dopo che inizialmente aveva smentito. I quattro stanno cooperando con le forze di polizia locali.

"Thiago e la moglie ieri notte sono andati a una festa di compleanno per un amico comune con Lochte alla Casa Francia - ha detto il portavoce di Pereira - Si sono divisi da Lochte quando lui è tornato al suo hotel con la moglie. Stamattina ha ricevuto le notizie dell'incidente di Lochte, quindi lo ha chiamato e l'americano gli ha detto che stava bene e che il taxi in cui era salito è stato teatro della rapina", ha aggiunto.

"Prima ci hanno fatto vedere un badge della polizia, poi ci hanno puntato le pistole intimandoci si sdraiarci a terra. Io mi sono rifiutato, ho pensato che non stessimo facendo niente di sbagliato, così non mi sono steso a terra: e mi hanno puntato la pistola alla testa", ha raccontato lo stesso Lochte alla NBC. Gli uomini indossavano una divisa da poliziotti e si erano identificati con un distintivo prima di aggredirli e intimargli di stendersi a terra. "Ci hanno tirato fuori dal taxi - ha aggiunto Lochte - i miei compagni si sono stesi terra. Quando mi sono rifiutato, uno di loro ha tirato fuori la pistola e me l'ha puntata in testa, strillandomi di mettermi giù. A quel punto ho alzato le mani. Ci hanno preso i soldi, i portafogli, ma mi hanno lasciato il cellulare e documenti".

TAGS:
Rio
Olimpiadi
Nuoto
Lochte

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X