Doping, Isinbayeva shock: "Se non vado a Rio, chiudo la carriera"

L'olimpionica dell'asta: "Non vedo perché dovrei continuare ad allenarmi"

Isinbayeva, Foto LaPresse

"Se non mi fanno partecipare alle Olimpiadi di Rio, non vedo perché continuare la mia carriera, non vedo perché continuare gli allenamenti". Così Yelena Isinbayeva ha reagito alla dura presa di posizione del Tas di Losanna contro gli atleti russi per lo scandalo doping. "Speravo di vincere i Giochi con un nuovo record mondiale, non meno di 5,10 metri", ha aggiunto la campionessa russa di salto con l'asta.

La bocciatura del Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna ha lasciato l'amaro in bocca alla Isinbayeva. Insieme ad altri 68 atleti russi sospesi dalla Federatletica internazionale a seguito del primo rapporto Wada del novembre scorso chiedeva di essere ammessa alle Olimpiadi sulla base del principio della responsabilità soggettiva. Ma così non è andata e allora la campionessa, uno dei volti più noti dell'atletica mondiale, ha deciso di alzare la voce e far valere le sue ragioni, minacciando di ritirarsi.

TAGS:
Rio 2016
Olimpiadi
Doping
Russia
Isinbayeva