LO SFOGO

Argentina, Messi contro Lahoz: "Non all'altezza, la Fifa non può mandare un arbitro del genere"

La Pulce si scaglia contro il fischietto spagnolo: "Non aggiungo altro perché se fossi onesto mi sanzionerebbero..."

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Lionel Messi si gode la vittoria ai rigori sull'Olanda e la qualificazione alla semifinale dei Mondiali 2022, ma poi si lascia andare a qualche esternazione polemica. Il fuoriclasse argentino, infatti, a fine gara si è lamentato con i cronisti dell'arbitraggio di Mateu Lahoz, attaccando duramente il fischietto spagnolo: "Non voglio parlare dell'arbitro perché non potrei essere onesto, se parli ti sanzionano... - ha detto il capitano dell'Albiceleste -. Avete visto tutti. La Fifa deve rifletterci, non possono mandare un arbitro così per queste partite, non possono non mettete un arbitro che non è all'altezza del compito".

Lahoz ha sventolato la bellezza di 14 cartellini gialli tra tempi regolamentari e supplementari, più altri due nel corso dei calci rigore. Sul suo taccuino sono finiti 7 giocatori argentini, oltre a Walter Samuel e Lionel Scaloni.

PAROLE DURE ANCHE PER VAN GAAL: "DICE DI GIOCARE BENE, MA FA SOLO LANCI LUNGHI"

La Pulce si è sfogato anche nei confronti di Louis Van Gaal. A fine gara i due hanno avuto un battibecco faccia a faccia, con l'argentino che è stato allontanato dalla panchina olandese da Edgar Davids. Poi, ai microfoni, ha attaccato il tecnico: "Dice di giocare un bel calcio, ma alla fine quello che ha fatto è stato mettere calciatori alti e giocare a lanci lunghi".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti