SESTA TAPPA

Giro d'Italia: Mäder trionfa ad Ascoli Piceno, Valter nuova maglia rosa

Lo svizzero della Bahrain Victorious si aggiudica la sesta tappa e il primo arrivo in salita, l'ungherese della Groupama-FDJ nuovo leader della generale

  • A
  • A
  • A

Gino Mäder trionfa nella sesta tappa del Giro d'Italia. Lo svizzero della Bahrain Victorius taglia in solitaria il traguardo di Ascoli Piceno (San Giacomo) grazie ad una splendida iniziativa personale a 3 km dal primo arrivo in salita dell’edizione 2021 della Corsa Rosa, anticipando Bernal e Daniel Martin. Cambia il leader della classifica generale: il nuovo proprietario della maglia rosa è l'ungherese della Groupama-FDJ Attila Valter.

Le condizioni climatiche e le temperature invernali stravolgono anche la sesta tappa del Giro d'Italia 2021, resa complicata ma anche per questo emozionante da vento, pioggia e grandine. La frazione si apre con un'iniziale fuga di otto fuggitivi tra cui il vincitore di giornata Gino Mäder, al primo successo tra i professionisti, seguito da Ravanelli, Janssens, Mohoric, Guglielmi, Cataldo, Mollema e Bouchard, mentre a spingere e guidare il gruppo di inseguitori è la Ineos Grenadiers, spinta da un super Filippo Ganna. Ben presto, invece, il distacco del gruppo maglia rosa supera i 10', con De Marchi di fatto svestito del ruolo di leader della classifica generale, di fatto, già a metà tappa. L'altro azzurro protagonista di giornata è Giulio Ciccone, che guida la caccia alla testa della corsa che comprende da Mäder, Cataldo, Mollema e lo sloveno Mohoric, che però si stacca dal trio prima di San Giacomo.

Per gran parte dei 15.5 km della salita, il trio si alterna in testa, fino a quando, a 3 km dal traguardo, Mäder mette a segno l'allungo decisivo, lasciandosi alle spalle l'italiano della Movistar e l'olandese della Trek-Segafredo e volando indisturbato verso il primo arrivo in salita di questo Giro: per lo svizzero della Bahrain Victorious è il primo successo tra i professionisti. Dietro, si accende la volata per la seconda posizione: ad aggiudicarsela è Bernal della Ineos Grenadiers, che anticipa Daniel Martin, Evenepoel e uno straordinario Giulio Ciccone, con anche Caruso tra gli italiani nella top 10 di giornata. A conquistare la maglia rosa è invece Attila Valter: l'ungherese della Groupama-FDJ è il nuovo leader della classifica generale con 11" di vantaggio su Remco Evenepoel della Deceuninck-Quick Step, con Bernal terzo a +16 e Vlasov a +24. Il primo italiano ad inseguire nella generale è Damiano Caruso, a +39, con Ciccone a +41. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments