ITALIA

Italia, Spalletti: "Sono stati troppo più forti di noi"

Il ct azzurro dopo il ko contro le Furie Rosse: "La differenza l'ha fatta la freschezza"

  • A
  • A
  • A

"Loro sono stati troppo più forti e hanno vinto meritatamente". Ad ammetterlo il ct dell'Italia Luciano Spalletti dopo la sconfitta contro la Spagna nella seconda uscita di Euro 2024. "La differenza l'ha fatta la freschezza, noi spesso abbiamo fatto letture ritardate. La chiave del problema è che noi siamo stati sotto il livello per reazione e per riguadagnare le posizioni basse, ci hanno creato problemi di velocità di scelte - ha detto il ct azzurro ai microfoni della Rai dopo la gara - Quando ho messo giocatori più freschi abbiamo recuperato in intensità e creato situazioni per pareggiare. La Croazia? Dipende come ci arriviamo. Se non abbiamo scelte di come giocare la palla diventa difficile".

Vedi anche Euro 2024, le pagelle di Spagna-Italia: i miracoli di Donnarumma non bastano, Di Lorenzo da incubo euro 2024 Euro 2024, le pagelle di Spagna-Italia: i miracoli di Donnarumma non bastano, Di Lorenzo da incubo
"C'è stata troppa differenza nella brillantezza, non si può andare a parlare di altro. Se non hai la stessa gamba degli altri non puoi fare scelte con la stessa velocità - ha detto ancora Spalletti in conferenza stampa - Se sei compassato di fronte a un avversario di qualità come loro poi perdi qualsiasi possibilità di reazione. Al di là delle qualità tecniche di Williams e Yamal sopra la media, in generale sono stati differenti i tempi di reazione". "Siamo stati vittima delle loro riaggressioni, sbagliando tanti passaggi anche facili - ha aggiunto - Forse dovevo far recuperare di più la squadra, gli abbiamo dato un giorno e mezzo. Inutile girarci intorno, quando non riesci a essere corto e invece c'è stata troppa frenesia".

E ancora: "La Spagna la vorrebbero copiare tutti, è da tempo che fa un calcio fatto bene. Io devo riuscire a far capire l'importanza di fare la partita ad armi pari, perché se ti metti lì poi alla lunga... Bisogna ribaltare il concetto di squadra e non lasciare sempre il pallino agli altri, cosa che non mi piace fare. Non sono l'uomo adatto per quel tipo di calcio. Mi aspettavo un tentativo di fare qualcosa di più, ma ci ha condizionato il fatto che le gambe andavano di meno. Loro hanno meritato di vincere, al di là del risultato, noi non siamo mai stati dentro la partita e solo nei venti minuti finali abbiamo creato qualcosa per confrontarci con un calcio di questo livello. Noi siamo stati come squadra in sotto livello. Per quello che si è visto dovevo cambiare qualcosa, ma non è dipeso solo da quello la sconfitta. È vero che con quelli che sono entrati ci si è incastrati meglio con la Spagna".
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti