QUI ITALIA

Italia, Spalletti contento a metà: "Non abbiamo colpito come potevamo, siamo stati comodi anziché tignosi"

Esordio vincente per il ct azzurro che però contesta la mancanza di cattiveria in attacco

  • A
  • A
  • A

L'Europeo dell'Italia è iniziato con una vittoria, ma il 2-1 all'Albania ha lasciato indicazioni contrastanti al ct Spalletti: "Si sono viste tante buone cose che però devono portare a qualcosa, altrimenti sono fini a se stesse e non servono - ha dichiarato il tecnico a fine partita -. Non abbiamo colpito come potevamo". Spalletti ha lamentato una mancanza di cattiveria in zona offensiva, aspetto che ha lasciato aperta la contesa fino all'ultimo con il rischio di subire un pareggio: "Siamo stati un po' comodi nel fare le cose invece di essere un Nazionale cattiva e tignosa".

L'inizio è stato scioccante, ma il gruppo azzurro ha reagito subito: "I ragazzi hanno avuto un modo di affrontare la situazione che mi è piaciuto molto, perché siamo una squadra che si divide le cose buone e meno buone in parti uguali". Ancora una volta è stato decisivo Barella, in dubbio fino all'ultimo per un affaticamento muscolare: "Niccolò ha fatto una grande partita giocando sia come mezz'ala che come mediano di costruzione insieme a Jorginho, facendo un playmaker basso per rendere più difficile la pressione avversaria. Poi è normale che abbiamo svuotato la trequarti e allargato il gioco per puntare la linea dell'Albania, ma a volte ci siamo piaciuti troppo perché abbiamo concretizzato poco ciò che avevamo creato" ha continuato Spalletti a Sky, spiegando il nervosismo del secondo tempo in panchina. 

"Siamo riusciti a tirare fuori la loro difesa qualche volta - ha concluso il ct -, ma non molte perché il fatto che non sono mai venuti a prendere la palla nella nostra metà campo, li ha lasciati bassi. Nonostante la pressione restavano molto distanti. Quando siamo riusciti ad arrivare sulla trequarti, avevamo la possibilità di girare palla sul trequartista opposto, ma lì è mancata un po' di cattiveria. Proveremo a fare sempre meglio, ma sono contento di quanto fatto vedere oggi anche se potevamo vincere meglio. Bisogna stare attenti perchè la 'bischerata' ce l'abbiamo sempre in canna".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti