VIA A EURO 2020

Euro 2020: Italia, contro la Turchia per una notte magica

All'Olimpico gli azzurri di Mancini aprono la rassegna continentale. Speranze e certezze

  • A
  • A
  • A

L'attesa è finita. Un'attesa lunga 5 anni, da quel quarto di finale europeo perso contro la Germania il 2 luglio 2016 e dai rigori maledetti di Zaza e Pellè. Stasera l'Italia di Roberto Mancini dà il via a Euro 2020 rinviato per Covid ospitando la Turchia. Riapre al pubblico lo stadio Olimpico di Roma con 15 mila spettatori sugli spalti e la Nazionale azzurra è pronta a spalancare le porte della rassegna continentale per cancellare gli anni bui, culminati con la clamorosa assenza ai Mondiali 2018. "Onoreremo la maglia, le nostre partite saranno un momento di unione", ha detto il ct azzurro alla vigilia in una lettera aperta ai tifosi di tutta Italia. La Nazionale si presenta alla prima sfida degli Europei forte di una qualificazione ottenuta a punteggio pieno e di 27 risultati utili consecutivi: da Portogallo-Italia 1-0 del settembre 2018 mai più una sconfitta.

CLICCA QUI PER LE FORMAZIONI

ANDREA BOCELLI INTONA "NESSUN DORMA"
Al centro del campo l'eccellenza italiana Andrea Bocelli intona il "Nessun dorma" per dare il via all'Europeo, combinando arte allo sport.

24 PALLONI AL CENTRO DEL CAMPO
In campo scendono 24 palloni giganti, uno per ogni nazionale qualificata a Euro 2020. Fuochi d'artificio nelle due curve e dei suonatori di tamburo appesi lungo tutto il perimetro dello stadio.

TOTTI E NESTA DANNO IL VIA ALLA CERIMONIA INAUGURALE
Alessandro Nesta e Francesco Totti hanno dato il via a Euro 2020 al centro del campo dello stadio Olimpico: "Ciao Roma, ciao Euro". La banda della Polizia di Stato ha suonato il Guglielmo Tell.

MANCINI: "OBIETTIVO DIVERTIRE"
"Ritroviamo un po' di pubblico e questo ci fa piacere. È una partita di calcio, si gioca per divertirsi, quindi l'obiettivo e' divertirsi e divertire. I ragazzi sono convinti, c'è grande rispetto dei rivali ma convinti di quanto fatto di buono". Così Roberto Mancini, ct dell'Italia, a Raisport, a poche ore dalla partita d'esordio degli Europei all'Olimpico contro la Turchia.

AZZURRI ARRIVATI ALL'OLIMPICO
Dopo 10 minuti di pullman la squadra di Mancini è arrivata all'Olimpico. A guidare il gruppo Giorgio Chiellini.

L'ITALIA LASCIA L'HOTEL
Alle 19:25 l'Italia ha lasciato l'hotel per andare allo stadio. La squadra si presenterà all'Olimpico con un completo elegante con la giacca azzurra.

LA TURCHIA È ARRIVATA ALL'OLIMPICO
Poco dopo le ore 19.00 la Turchia è arrivata allo Stadio Olimpico di Roma.

POLITANO: "PRONTO A TIFARE COME NON MAI"
"Pronto a tifare come non mai!". E' questo il messaggio diffuso sul proprio profilo Facebook da Matteo Politano, uno degli ultimi azzurri esclusi dal ct Roberto Mancini per le convocazioni a Euro 2020.

MARCUCCI: "CHE EMOZIONE RIVEDERE IL PUBBLICO SUGLI SPALTI"
"Vedere il pubblico sugli spalti allo stadio Olimpico di Roma, dopo tanti mesi di assenza, emozionerà un po' tutti. 11 città europee ospiteranno questo torneo, l'Europa unita sarà il grande paese ospitante. Forza Italia! L'Europa riparte!". Lo scrive su Twitter il senatore Pd Andrea Marcucci.

INIZIATO AFFLUSSO ALL'OLIMPICO, TIFOSI CANTANO INSIEME
Dalle 18 è iniziato l'afflusso dei tifosi italiani e turchi allo stadio Olimpico di Roma per la partita inaugurale di Euro 2020. Misure di sicurezza altissime intorno allo stadio, con polizia in assetto anti sommossa lungo tutto il perimetro dello stadio. Per ora e' tutto tranquillo, con i tifosi che stanno arrivando a piedi da viale dei Partigiani tutti colorati con bandiere e maglie delle due squadre. Si respira un clima di festa, con cori, canti e qualche sfotto' ma tutto in modo civile e senza problematiche di sorta. Saranno poco meno di 16mila i tifosi allo stadio, di cui 7mila italiani e 3mila turchi divisi nelle due curve. Il resto sono inviti e biglietti venduti all'estero. All'ingresso dello stadio controlli di temperatura e del rispetto delle misure anti Covid, con uso della mascherina e dimostrazione di aver effettuato il vaccino o un tampone negativo nelle 48 ore precedenti. L'ingresso avviene a gruppi, mezzora alla volta.

PRIMI PULLMAN CON I TIFOSI TURCHI ALL'OLIMPICO
Primi bus-navetta con i tifosi turchi verso lo stadio Olimpico dove alle 21 si disputerà la partita inaugurale degli Europei di calcio tra Italia e Turchia. Circa 350-400 i supporter turchi che da piazza delle Canestre a Villa Borghese sono partiti a bordo di pullman diretti allo stadio, scortati dalle forze dell'ordine. Altre navette stanno partendo da piazza dei Cinquecento, davanti la stazione Termini. Altri supporter turchi stanno raggiungendo, invece, lo stadio a piedi dal centro, controllati dagli agenti. Arrivati all'Olimpico anche tre pullman con i supporter italiani. 

TUTTO ESAURITO PER MAXISCHERMI A ROMA
Tutto esaurito nel primo giorno dell'Uefa Festival, con le prenotazioni per i due maxischermi di Piazza del Popolo e per il maxischemo in via dei Fori Imperiali che hanno già raggiunto la capienza massima. In poche ora sono quindi 2mila le persone che hanno prenotato per assistere, presso la Fanzone, al match inaugurale di Uefa Euro 2020 Italia - Turchia, in programma questa sera all'Olimpico. La disponibilità massima di mille posti per ciascuna delle due aree e' stabilita dai protocolli sanitari. 

TIFOSI TURCHI IN CENTRO, SCATTANO I CONTROLLI
Primi gruppi di tifosi turchi nella Capitale per la partita degli Europei di calcio in programma stasera all'Olimpico. Al momento, alcuni si sono radunati nella zona di piazza di Spagna, al centro storico della città dove sono in atto i controlli messi a punto dalla Questura per il match. Ne sono attesi tra i 2000 e i 2500 allo stadio stasera e si tratta di residenti nei paesi Schengen. Il piano di sicurezza prevede controlli non solo nella zona dello stadio, ma anche al centro e in particolare nelle fan zone.

RIFINITURA E POI ATTESA IN HOTEL
L'Italia di Mancini è tornata al proprio quartier generale, l'hotel Parco dei Principi di Roma, dopo aver svolto l'ultimo allenamento in vista del match d'esordio e d'apertura degli Europei di calcio questa sera allo stadio Olimpico di Roma. A circa sette ore al fischio d'inizio di Italia-Turchia la nazionale ha terminato la rifinitura e definito gli ultimi dettagli.

FESTA DI TIFOSI IN PIAZZA DEL POPOLO
In Piazza del Popolo ha aperto i battenti la Fanzone Uefa, la più grande di questo Europeo e tanta gente nonostante il caldo torrido è già arrivata pronta a vivere le emozioni di un evento internazionale così importante. Una piazza già colorata di azzurro e di rosso, i colori delle due nazionali impegnate stasera. Tifosi festanti che insieme pacificamente vivono queste ore di attesa, passeggiando per le strade e le piazze della Città Eterna. Gruppi di amici, anche fidanzati con le maglie di Italia e Turchia che si abbracciano e scherzano su chi vincerà stasera. Perché il calcio e' anche questo, amore e passione che unisce.



SINDACA RAGGI: "ROMA CITTA' DELLA RIPARTENZA. FORZA AZZURRI"
"È una ripartenza grandiosa, Roma è la città della ripartenza. Siamo orgogliosi di ospitare Uefa Euro 2020. Abbiamo passato un anno duro. Ora guardiamo avanti. Ci stiamo mettendo tutto per costruire un presente e un futuro sicuro". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi all'inaugurazione dell'Uefa Festival in piazza del Popolo dove era presente anche il presidente della FIGC Gabriele Gravina. Poi ha aggiunto: "La cosa migliore è che si riapre ai tifosi sempre nel rispetto delle norme covid. I romani sono stati bravissimi. Per fare qualcosa di sicuro abbiamo deciso di estendere la fan zone a vari punti in città. Questo è lo spirito giusto per ripartire. Ora tifiamo Italia, un grande in bocca al lupo alla nazionale".

IMMOBILE: "STRANO RIVEDERE I TIFOSI ALLO STADIO"
"Sarà strano rivedere i tifosi allo stadio dopo un anno in cui ti eri abituato a giocare nel silenzio. Se si sente? Si sente la differenza". Così Ciro Immobile a Sogno azzurro su Rai 1. Sul Mondiale del 2006 vissuto da spettatore: "Del Mondiale 2006 più che la finale mi ricordo il passaggio di Gilardino a Del Piero. Quasi tutte le partite abbiamo fatto i caroselli".

GLI EX CT CARICANO GLI AZZURRI
Gli ex ct della Nazionale caricano gli azzurri in vista del debutto a Euro 2020 con la Turchia. "L'Italia è una delle prime 4-5 nazioni al mondo e quando partecipa a un grande torneo lo fa sempre per vincere", ha detto Marcello Lippi, campione del mondo 2006, alla Gazzetta dello Sport. Ventura: "Italia da prime 4".

Europei

  • CALENDARIO
  • CLASSIFICA
  • MARCATORI
GIORNATA
CLASSIFICA
MARCATORI

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments