qatar 2022

Mondiali 2022: Portogallo e Polonia volano in Qatar, eliminata la Svezia di Ibrahimovic

Bruno Fernandes elimina la Macedonia del Nord, reti di Lewandowski e Zielinski nel 2-0 polacco agli svedesi

  • A
  • A
  • A

In attesa di sapere chi tra Galles, Scozia e Ucraina sarà l’ultima Nazionale europea a qualificarsi per i Mondiali 2022, sono Portogallo e Polonia a strappare il pass per il Qatar il prossimo autunno. I lusitani stendono 2-0 la Macedonia del Nord, che aveva fatto fuori l’Italia cinque giorni fa: doppietta straordinaria di Bruno Fernandes (32’ e 65’). Niente da fare per Ibrahimovic e la sua Svezia: Lewandowski e Zielinski trascinano 2-0 i polacchi.

PORTOGALLO-MACEDONIA DEL NORD 2-0
Cristiano Ronaldo potrà ufficialmente sperare di ambire a conquistare l’ultimo grande trofeo che gli manca nella propria bacheca personale: il Mondiale con il suo Portogallo. Tutto questo sarà possibile grazie al 2-0 casalingo di stasera contro quella Macedonia del Nord che aveva fatto piangere l’Italia giovedì scorso. Il dominio territoriale premia i lusitani, che sbloccano il risultato al 32’: dopo un errore di Ristovski in zona centrale, Bruno Fernandes recupera palla, serve Cristiano Ronaldo, il quale restituisce al centrocampista, che lascia poi partire una precisa conclusione nell’angolino basso. Lo stesso autore dell’1-0 trova i riflessi di un grande Dimitrievski al 52’. Il centrocampista del Manchester United è protagonista assoluto del match e, al 65’, firma la doppietta: suggerimento perfetto dalla sinistra da parte di Diogo Jota e così Fernandes, perfettamente piazzato, calcia in rete di prima intenzione. 2-0 e qualificazione a Qatar 2022 sigillata.

POLONIA-SVEZIA 2-0
Se CR7 potrà disputare quello che (con tutta probabilità) sarà l’ultimo Mondiale della sua carriera, ‘The last dance’ di Zlatan Ibrahimovic (entrato in campo solo a 10’ dalla fine) con la maglia della Svezia non ci sarà: la Polonia vince anche lei 2-0. Sotto la pioggia torrenziale di Chorzow, Forsberg (grande parata di Szczesny) e Quaison vanno vicini alla rete nel primo tempo per il vantaggio scandinavo. Alla prima vera occasione da gol, però, sono i padroni di casa ad andare avanti nel punteggio in avvio di ripresa: Karlstrom stende Krychowiak e l’arbitro Orsato non ha dubbi nel concedere subito il rigore a favore alla Nazionale di Michniewicz. Lewandowski non sbaglia dal dischetto: Polonia in vantaggio al 50’. Forsberg sfiora il pari, ma dall’altra parte anche Olsen salva su Moder il possibile 2-0. Raddoppio che comunque giunge implacabile al 73’, con Zielinski che vince l’uno contro uno con Olsen.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti