PARLA IL REGISTA

Nazionale, Jorginho: "Mancini mi ha dato fiducia"

Il regista azzurro: "Vinciamo in Finlandia e andiamo all'Europeo"

  • A
  • A
  • A

Anche in Finlandia Jorginho sarà lì nel mezzo del gioco dell'Italia di Mancini e senza lo squalificato Verratti dovrà duettare con Sensi per costruire la manovra azzurra. L'uomo più utilizzato dal ct è cresciuto molto negli ultimi anni: "Le mie caratteristiche mi aiutano vista la filosofia di gioco di Mancini, ma avere la sua fiducia mi stimola di più a lavorare sodo per ripagarla". In Finlandia per vincere: "Così andiamo all'Europeo".

La trasferta a Tampere contro la seconda forza del girone di qualificazione a Euro 2020 però è tutt'altro che semplice, contro una nazionale che a sorpresa è lì a giocarsi un posto tra le migliori d'Europa con una difesa solida: "Sinceramente non siamo sorpresi dal loro secondo posto - ha rivelato Jorginho -, sanno essere squadra e hanno giocatori di qualità". Uno su tutti quel Pukki che ha iniziato alla grande in Premier League dopo aver portato il Norwich alla promozione: "E' un attaccante ideale per ogni allenatore perché è completo: ha tempi di inserimento, intelligenza tattica e si sacrifica molto. Protegge la palla e sa mandare in porta i compagni, non è un caso che sia partito così bene in Premier con 5 reti. Però è sbagliato concentrarsi solo su di lui".

Proprio alla Premier League è dovuta la crescita anche di Jorginho: "La scorsa stagione è stata fantastica e fondamentale per la mia crescita come giocatore - ha concluso -, soprattutto a livello difensivo. Ora ho più impatto sul contrasto e più intensità di gioco".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments