L'Aprilia RSV4 raddoppia

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
Foto 1
Foto 2
Foto 3
Foto 4
Foto 5
Foto 6
Foto 7
Foto 8
Foto 9
Foto 10
Foto 11
Foto 12
Foto 13
Foto 14
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14

Aprilia RSV4 è da sempre il punto di riferimento per sportività e prestazioni, il migliore esempio di quanto sia possibile realizzare attingendo dalla preziosa esperienza di un Reparto Corse vincente come quello di Aprilia che, nella sua giovane storia ha conquistato 54 titoli iridati, sette dei quali ottenuti nel campionato mondiale SBK. Competenze nate in pista e trasferite nel prodotto di serie, per regalare a tutti le stesse emozioni delle motociclette confezionate da Aprilia Racing. Inimitabile per lucidità progettuale e tecnologia applicata, Aprilia RSV4 è ideata attorno a un motore 4 cilindri V di 65° mai visto prima su una sportiva di serie e a un telaio erede di una dinastia che ha vinto 18 titoli e 143 gran premi nella 250 GP, esaltati dai più moderni sistemi elettronici applicati alla gestione del motore e della dinamica della moto. Un’autentica vocazione di Aprilia che ne ha fatto la prima casa ad adottare di serie l’acceleratore Ride-by-wire multimappa, ma soprattutto la prima a brevettare la piattaforma di controlli dinamici APRC, con le esclusive funzioni di auto-calibrazione e controllo dell'impennata, in un’ottica di massima efficacia al servizio della massima performance.

RSV4 FACTORY 1100

Il progetto RSV4 persegue da sempre un obiettivo dichiarato: essere senza compromessi la migliore e più veloce superbike, la più vicina per prestazioni ed efficacia alle moto Aprilia dedicate alle corse. Un prodotto premium, al top della sua categoria, dedicato a clienti estremamente esigenti che desiderano il massimo delle prestazioni e della raffinatezza tecnica, offerta anche grazie all’impiego di materiali nobili, come l’alluminio, il titanio e il carbonio. Aprilia RSV4 1100 Factory - l’ultimo step di questa linea evolutiva - vanta performance eccezionali abbinate a una ciclistica da corsa e a un pacchetto di controlli elettronici entrambi ulteriormente evoluti. Coerentemente all’esclusività di questo modello, il Centro Stile di Aprilia ha lavorato per rendere RSV4 1100 Factory unica e riconoscibile anche dai colori e dalla cura dei dettagli. Gli accostamenti cromatici puntano a esaltare l’esclusività dei materiali nobili come il carbonio (del parafango anteriore, dei fianchetti, della protezione del terminale di scarico e delle appendici aerodinamiche), a contrasto con la finitura in titanio del terminale di scarico omologato Akrapovic, tonalità ripresa dai cerchi in alluminio forgiato. Per le grafiche delle sovrastrutture è stato scelto un accattivante look total black opaco che permette di esaltare tutta la bellezza dello scultoreo telaio a doppio trave e del forcellone realizzati in alluminio. Viste le incredibili prestazioni raggiunte da RSV4 1100 Factory, Aprilia introduce per prima su una superbike di serie le appendici aerodinamiche sulla carenatura, grazie proprio allo sviluppo fatto da Aprilia Racing nel prototipo RS-GP, dalle quali derivano. La particolare forma studiata in galleria del vento e l’inclinazione con cui sono montate sfruttano la pressione verso il basso dell’aria incanalata, consentono alle winglets di aumentare la stabilità alle alte velocità, contribuendo a diminuire la tendenza all’impennata in uscita di curva e aumentando al contempo la stabilità nelle staccate violente.

RSV4 1000 RR

Aprilia RSV4 RR costituisce una piattaforma tecnica di assoluto livello, pronta per restituire al pilota prestazioni e sensazioni da “race replica”. Per supportare i piloti più esigenti, Aprilia propone tra gli accessori il Track kit, un pacchetto di particolari pregiati che intervengono a migliorare RSV4 RR sotto molteplici aspetti, quali il peso, la maneggevolezza, l’aerodinamica e non ultimo l’aspetto estetico. La versione MY19 di RSV4 RR non presenta cambiamenti tecnici rispetto alla versione precedente.

>
Platini, dal Nancy alla Uefa

Platini, dal campo alla Uefa

La fotostoria della carriera di Michel

Adrenalina, emozioni e festa: la 24 Ore di Le Mans al box Kessel

Adrenalina, emozioni e festa: 24 Ore al box Kessel

A Le Mans abbiamo seguito da vicino il primo equipaggio tutto femminile al volante di una Ferrari

I giornali: 18 giugno

I giornali: 18 giugno

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

Napoli, Sarri diventa Giuda con i "30 denari"

Sarri diventa Giuda nel presepe

Dal Napoli alla Juve con i "30 denari"

Totti, addio amaro alla Roma

Totti, addio amaro alla Roma

Conferenza al veleno per l'ex capitano giallorosso

Andy Murray si allena sull'erba

Murray si allena sull'erba

Andy pronto a tornare dopo l'operazione all'anca

"Totti ha disintegrato la Roma": l'ironia del web sulla conferenza stampa 'esplosiva'

"Totti ha disintegrato la Roma": l'ironia del web sulla conferenza stampa 'esplosiva'

Ecco i meme più divertenti sulle durissime parole dell'ex capitano e dirigente giallorosso nei confronti della società capitolina

Rispecchiare l'ambizione e la visione futura del Club. Non è casuale la scelta di un luogo altamente iconico della città, simbolo della nuova Milano globale e tecnologica.  All'interno del building 'The Corner', di proprietà del Gruppo Generali, cinque piani completati da una terrazza panoramica con una vista che abbraccia Milano dalla Madonnina fino a San Siro ospitano da oggi la nuova casa del Club in città, progettata da DEGW e FUD, brand del Gruppo Lombardini22. Gli spazi sono caratterizzati da un'attenta opera di identità visiva che vede il brand nerazzurro ricoprire un ruolo centrale insieme ai grandi campioni della storia del Club e all'internazionalità dei colori nerazzurri.  Un ambiente di lavoro caratterizzato dalla piacevole luminosità naturale creata da grandi finestre che immergono gli spazi nel cuore del distretto dell'innovazione di Porta Nuova, da scelte di arredamento curate e da soluzioni tecnologiche innovative. Il risultato finale è uno spazio in cui le aree delle diverse postazioni lavoro si accompagnano a zone create per la condivisione e la collaborazione.  Unico nel suo genere il 9° piano della struttura, dedicato all'accoglienza di ospiti e agli eventi, nel quale trovano spazio una sala media multifunzione, ma anche l'area Inter Heritage e una Trophy Room completamente rinnovata, vera e propria installazione multimediale che racconta in un solo colpo d'occhio la storia dell'intero palmares nerazzurro.  La eco-sostenibilità è uno dei valori che il Club vuole avere come riferimento in questa nuova era. Ha scelto quindi per la sua nuova sede un building riqualificato con particolare attenzione al rispetto dell'ambiente e all'efficienza delle prestazioni, che ha ricevuto la certificazione LEED Gold.  Non si esauriscono con la sede milanese gli investimenti in nuove infrastrutture per lo sviluppo del Club: oltre alla nuova sede, da pochi giorni è partito anche il progetto di ristrutturazione per il Suning Training Center di Appiano Gentile, che consentirà al Club di dotarsi di una struttura d'élite in grado di fornire alla nostra squadra tutto il supporto necessario per elevare ancora di più la nostra performance sportiva.     Foto di Marco Cappelletti, courtesy di DEGW e FUD Factory| Lombardini22

La nuova Casa dell'Inter: ecco le prime foto

La sede nerazzurra nel quartiere Porta Nuova a Milano

I giornali: lunedì 17 giugno

I giornali: lunedì 17 giugno

La rassegna italiana e internazionale