Dakar 2019, tutto pronto in Perù

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

Torna la Dakar, edizione numero 41 del rally per eccellenza. Ancora in Sud America, ma nel solo Perù. E' la prima volta che questa particolare gara si svolge in un solo Stato. Partenza lunedì 7 gennaio dalla capitale Lima con 21 italiani in gara in questa corsa affascinante e pericolosa, appuntamento ormai tradizionale d'inizio d'anno. L'arrivo è previsto il 17 gennaio, sempre a Lima. La gara si snoderà lungo dieci tappe, per un totale di 5541 km, dei quali poco meno di 3mila si correranno in prove speciali. Come sempre il percorso prevede di tutto: zone aride, sabbiose e la cordigliera delle Ande, in un saliscendi impressionante che metterà a dura prova la tenuta meccanica e di guida degli equipaggi. Ma il 70% circa del percorso sarà di dune e deserto. Quest'anno sono iscritti 334 equipaggi, con 167 fra moto e quad, 126 auto e 41 camion.

>
Ahi, Neymar, che botte!

Ahi, Neymar, che botte!

Il brasiliano nel mirino dei giocatori dello Strasburgo. Che...

Inter, spunta Cedric Soares

Inter, spunta Cedric Soares

Ecco il nome nuovo per la fascia destra nerazzurra

I giornali del 24 gennaio

I giornali del 24 gennaio

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

Barcellona, esordio amaro per Boateng: il Siviglia vince 2-0

Boateng, la prima col Barcellona è un ko

L'ex Sassuolo è partito dal 1' contro il Siviglia, ma i blaugrana hanno perso 2-0

Psg, si ferma Neymar: lacrime e preoccupazione

Neymar, ko e lacrime: Psg in ansia

Il brasiliano è uscito anzitempo dalla gara con lo Strasburgo dopo aver poggiato male il piede operato

Motocross, una Kawasaki realizzata con la stampa 3D

Una Kawasaki in 3D

Il freestyler Dal Farra ha presentato la sua KX450

Olympique Marsiglia: ecco Mario Balotelli

OM, ecco Balotelli

La nuova sfida di SuperMario

La top 10 degli stipendi in Italia

La top 10 degli stipendi in Italia

Ecco gli stipendi più alti del nostro campionato

Milan usa e getta

Milanisti... usa e getta

Da Destro a Higuain: ecco tutte le delusioni rossonere