MASCHILE

Tokyo 2020, volley: l’Italia schianta l’Iran e vola ai quarti di finale  

La Nazionale allenata da Chicco Blengini vince 3-1, trascinata dalle giocate decisive di Juantorena (20 punti), Zaytsev e Michieletto (12 ciascuno)

  • A
  • A
  • A

L’Italia della pallavolo maschile supera per 3-1 l’Iran nella penultima giornata della fase a gironi e vola ai quarti del torneo di Tokyo 2020. 30-28, 25-21, 21-25, 25-21 i parziali di un match non facile per gli Azzurri di Chicco Blengini, trascinati fino al successo da un Osmany Juantorena da 20 punti e dai 12 a testa firmati da Zaytsev e Michieletto. L’ultima partita contro il Venezuela servirà solo per determinare la posizione nel gruppo.

Serviva una vittoria senza perdere più di un set ed è arrivato proprio un 3-1 contro l’Iran per certificare il passaggio ai quarti del torneo di pallavolo maschile a Tokyo 2020 da parte della Nazionale italiana del c.t. Gianlorenzo "Chicco" Blengini. La prossima gara, l’ultima del girone contro il modesto Venezuela, servirà soltanto a determinare la posizione finale nel gruppo A, che dopo quattro giornate vede l’Italia seconda con 8 punti dietro la Polonia (10) e davanti a Canada (7), Giappone (6) e lo stesso Iran (5), mentre i venezuelani, ancora a zero, sono fuori da ogni possibile discorso legato al passaggio del turno. Il primo set è in realtà di difficile interpretazione: gli iraniani provano a giocare in modo tale da escludere Osmany Juantorena dalle finalizzazioni azzurre, ma il nativo di Santiago de Cuba riesce comunque ad entrare di prepotenza nel match, segnando 9 punti (e aggiungendo un muro vincente e un ace) in una prima frazione che l’Italia riesce a conquistare ai vantaggi, con l’elevatissimo punteggio di 30-28. Molto più lineare l’andamento della seconda ripresa: salgono in cattedra, in particolare, Alessandro Michieletto e capitan Ivan Zaytsev, che tra un muro efficace e una schiacciata micidiale non lasciano scampo agli avversari, che nonostante gli sforzi soprattutto di Amir Ghafour e Meisam Salehi (rispettivamente 11 e 14 punti al termine del match) cedono 25-21 e si ritrovano con le spalle al muro alla vigilia del terzo set.

Sulle ali dell’entusiasmo (nonostante una piccola preoccupazione per le condizioni del polso destro di Juantorena), l’Italia inizia alla grande anche il terzo set, volando sull’8-4. In quel momento, però, l’Iran cambia strategia: entrano Kazemi e Karimisouchelmaei, due cambi che aumentano l’efficacia tanto in attacco quanto in difesa, tanto che da allora parte un parziale di 21-13 che consente alla nazionale iraniana di accorciare le distanze nel computo totale dei set. Si tratta, però, di una battuta d’arresto cui l’Italia risponde con enorme efficacia, non solo affidandosi ai soliti Juantorena, Zaytsev e Michieletto, ma trovando energie e punti importanti da un ottimo Gianluca Galassi (10 per lui). L’Iran deve così mollare la presa, gli Azzurri conquistano la frazione per 25-21 e il successo finale: il sogno olimpico continua.

ITALIA-IRAN 3-1 (30-28, 25-21, 21-25, 25-21)
- ITA: Juantorena 20, Zaytsev 12, Galassi 10, Giannelli 3, Anzani 3, Michieletto 12, Colaci (L). Sbertoli, Kovar, Lavia, Vettori 5, Piano 4. All: Blengini.
- IRN: Milad 12, Marouf, Seyed 8, Ghafour 11, Mojarad 5, Salehi 14, Marandi (L). Salehi (L), Kazemi 12, Karimi 2, Sharifi 2. Non entrato: Gholami. All: Alekno.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments