ARGENTINA-ARABIA SAUDITA 1-2

Mondiali, Argentina-Arabia Saudita 1-2: Al Shehri e Al Dawsari fanno piangere Messi

Incredibile successo della nazionale araba contro una delle favorite per la vittoria finale: Al Shehri e Al Dawsari rimontano la rete della Pulce

di
  • A
  • A
  • A

Avvio disastroso di Mondiale per l'Argentina. La Seleccion di Scaloni, in vantaggio dopo appena 10' con Messi grazie a un rigore generosissimo concesso da Vincic per trattenuta su Paredes, si fa incredibilmente rimontare da una tenacissima Arabia Saudita e perde 2-1 complicandosi la strada verso la qualificazione nel Gruppo C. Ad affondare l'Albiceleste i gol di Al Shehri e Al Dawsari tra il 3' e l'8' della ripresa.

LA PARTITA
Ci si potrebbe limitare a ricordare la maledizione Mondiale di Messi, sempre clamorosamente assente in zona Coppa del Mondo, ma la verità è che i problemi dell'Argentina, battuta da una buonissima Arabia Saudita, sono molti e molto più grandi. Innanzitutto ci sarebbe da farsi qualche domanda sulla preparazione della partita. La Seleccion è apparsa da subito molto leggera, convinta a priori di vincere una gara che invece era da combattere pallone su pallone, perché così l'aveva impostata la nazionale araba. Alla "tenuta" psicologica andrebbe poi aggiunta la gestione tattico-tecnica del match con Scaloni che ha da subito scelto un centrocampo più di qualità che di lotta senza riuscire però a cavare un ragno dal buco. Il tutto contro una formazione, quella di Renard, un po' agée nell'impostazione, con un fuorigioco che così alto nemmeno Zeman e Sacchi e, però, gli spazi ridotti ovunque al lumicino. Insomma, la sensazione, sempre, era che bastasse un'imbucata per mandare in porta Messi o Lautaro o chicchessia, salvo poi fare i conti con verticalizzazioni sbagliate su movimenti troppo precoci e una lista lunga così di giocatori in offside. Da Lautaro, due gol annullati, allo stesso Messi, anche lui finito nel tabellino dei non-gol.

E dire che le cose si erano messe subito bene. Un rigorino di quelli che non si danno mai (leggera trattenuta su Paredes in area) ma che in questo Mondiale, insieme ai maxi-recuperi, stanno facendo statistica, e il primo gol Mondiale di Messi. Sembrava il primo fiato di un respiro largo da goleada, mentre invece era solamente un sospiretto. Perché Messi è finito lì e dal resto della banda non è arrivato un acuto che fosse uno. Tutt'altro, perché l'Arabia Saudita, comunque tecnicamente non disprezzabile e molto più che ruvida negli interventi (sei ammoniti, ma avrebbero potuto essere molti di più) ha chiuso i conti in 5 minuti a inizio ripresa: prima l'imbucata, questa giusta, per il sinistro di Al Shehri (3' st), poi il destro sul secondo palo di Al Dawsari (8' st). Giù il sipario e tutti a casa.

Anche perché i due schiaffi hanno risvegliato più la rabbia che la tecnica dell'Argentina e così i vari Alowais, Abdulhamid, Al-Tambakti e Al-Bulayhi si sono arroccati a ridosso della propria area e hanno rispedito al mittente ogni tentativo dell'Albiceleste di strappare almeno un pari. Che, per dire, non sarebbe stato granché per una delle conclamate favorite per la vittoria finale. Ma che, in confronto a questo disastro, sarebbe stato manna dal cielo. Avremmo potuto limitarci a ricordare la maledizione Mondiale di Messi, ma la verità è che non è tutto qui. Mentre anche Diego avrà guardato la fine del suo figlio migliore un po' attonito e, forse, vagamente schifato.

IL TABELLINO
ARGENTINA-ARABIA SAUDITA 1-2
Argentina (4-2-3-1):
E. Martinez 6; Molina 5.5, Romero 5 (13' st L. Martinez), Otamendi 5.5, Tagliafico 5.5 (25' st Acuna sv); De Paul 5.5, Paredes 5 (13' st Fernandez 6); Di Maria 5.5, Messi 5, Gomez 5.5 (13' st Alvarez 6); L. Martinez 4.5. A disp.: Armani, Rulli, Foyth, Montiel, Pezzella, Acuna, Palacios, Correa, Almada, Rodriguez, Mac Allister, Dybala. All.: Scaloni 4
Arabia Saudita (4-4-2): Alowais 7.5; Abdulhamid 7, Al-Tambakti 7.5, Al-Bulayhi 7, Al-Shaharani 6,5 (53' st Al-Burayk sv); Al-Shehri 7 (33' st Sultan sv), Kanno 7, Al-Malki 6.5, Al-Dawsari 7; Al-Faraj 5.5 (46' Nawaf 6; 43' st Alamri sv), Al-Birakan 6.5 (43' st Asiri sv). A disp.: Al-Yami, Al-Ghannam, Madu, Otayf, Al-Hassan, Al-Naji, Al-Abid, Bahbri, Alobud, Al-Dawsari, Sharahili. All.: Renard 8
Arbitro: Vincic (Slo)
Marcatori: 10' rig. Messi (Arg), 3' st Al Shehri (AS), 8' st Al Dawsari (AS)
Ammoniti: Al-Malki, Al-Bulayhi, Al-Dawsari, Abdulhamid, Nawaf, Alowais (AS)
Espulsi: -

LE STATISTICHE
•    L'Argentina ha perso una partita dei Mondiali dopo aver segnato il primo gol del match per la prima volta dal 1958 contro la Germania (1-3).
•    L’Argentina ha interrotto oggi una serie di 36 partite di fila senza perdere: l’ultimo ko risaliva al 2 luglio 2019 (sconfitta con il Brasile).
•    L'Argentina ha perso una partita ai Mondiali dopo essere stata in vantaggio a fine primo tempo per la seconda volta nella sua storia, dopo il 1930 (allora contro l'Uruguay).
•    Questa é la prima volta che Messi segna in una partita e l'Argentina perde da 11 anni (novembre 2011 contro la Colombia).
•    Le ultime tre squadre che hanno battuto l'Argentina ai Mondiali hanno vinto il trofeo o sono arrivate in finale (Francia, Croazia e Germania).
•    L'ultima volta che l'Argentina ha perso la prima partita in un Mondiale è stata nel 1990 (0-1 contro il Camerun).
•    L'Argentina ha subito almeno 2 gol nella sua partita d'esordio di un Mondiale per la prima volta dal 1974 (sconfitta 3-2 con la Polonia).
•    Questa è solo la seconda volta che una squadra asiatica ha segnato due gol contro una squadra sudamericana, l'altra è stata Giappone - Colombia 2-1 nel 2018, l'unica vittoria per una squadra asiatica su una squadra sudamericana ai Mondiali (3N, 16P).
•    L'Argentina ha subito 10 gol nelle ultime 4 partite di Coppa del Mondo, tanti quanti nelle precedenti 11 ai Mondiali.
•    Per la prima volta nella sua storia ai Mondiali, l’Argentina ha subito almeno due gol da una squadra asiatica.
•    Lionel Messi é il primo giocatore a segnare in 4 diversi Mondiali con la maglia dell'Argentina (06, 14, 18, 22). Superati a quota tre Batistuta (94, 98, 02) e Maradona (82, 86, 94).
•    Lionel Messi (2006, 2014, 2018, 2022) é il quinto giocatore a segnare in quattro differenti edizioni dei Mondiali, dopo Pelé, Uwe Seeler, Miroslav Klose e Cristiano Ronaldo.
•    Lionel Messi ha segnato un gol ai Mondiali 16 anni dopo il suo primo (contro la Serbia nel giugno 2006): il più grande divario nella storia tra due gol dello stesso giocatore nella competizione.
•    L'Argentina è la prima squadra nella storia dei Mondiali ad avere quattro giocatori di età superiore ai 34 anni nell'XI titolare di una partita (Messi, Otamendi, Di Maria e Gomez).
•    Lionel Messi è il quarto giocatore - in attesa che CR7 sia il quinto - a giocare in cinque diversi Mondiali dopo Antonio Carbajal, Rafael Márquez e Lothar Matthäus.
•    Lionel Messi e Angel Di Maria sono insieme nella formazione titolare dell’Argentina nel match di debutto albiceleste ai Mondiali per la quarta volta consecutiva (2010, 2014, 2018 e 2022).
•    Messi é il primo giocatore della storia dell’Argentina a disputare cinque diverse edizioni dei Mondiali.
•    L’Argentina ha giá collezionato piú fuorigioco in questo match (10) che in tutto il Mondiale 2018 (6).
 

  • CALENDARIO
  • CLASSIFICA
  • MARCATORI
Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti