L'INIZIATIVA

Riciclare la plastica facendo la spesa

Dieci aziende unite per un'iniziativa che si rivolge ai parchi italiani

  • A
  • A
  • A

Ogni tre prodotti acquistati una donazione per i Parchi italiani. "Riciclare la plastica è un gioco da bambini" è il nome dell'iniziativa che prevede che ogni tre prodotti dei marchi P&G (Dash, Lenor, Unstoppables, Swiffer, Fairy, Viakal, Gillette, Pantene, AZ e Oral B) messi nel carrello della spesa fino al 30 settembre in uno dei supermercati Carrefour aderenti, Procter&Gamble doni 6 euro a Federparchi con l’obiettivo di acquistare arredi urbani in plastica riciclata per le aree picnic di 11 Parchi regionali e nazionali.

Tavoli, panchine, porta bici, tutti di produzione al 100% italiana, saranno donati a parchi in Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli, Liguria, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Sardegna e Lazio. Un'iniziativa che aumenta l'impegno dell'Italia nella raccolta differenziata degli imballaggi di plastica che è già lodevole, già che riguarda ben il 90 % degli imballaggi immessi nel mercato. Considerando che nel mondo solo il 15% dei rifiuti in plastica viene riciclato e si disperdono 0,45 mega tonnellate di plastica in natura ogni anno.

Per Valentina Vezzali, ex schermitrice e mamma di due ragazzi, nonchè ambassador dell'iniziativa, "preservare l’ambiente è il dono più bello che possiamo fare ai nostri figli e alle future generazioni. Educare i bambini fin da piccoli al rispetto dell’ambiente è fondamentale. I ragazzi di oggi sono molto sensibili a questi temi, capiscono subito il senso dei comportamenti 'corretti' e sostenibili e li adottano con più facilità degli adulti. Lo sport in questo ci può aiutare, perché si basa su valori chiave come il rispetto delle regole e del prossimo e ci dimostra come, solo attraverso l’impegno si raggiungono risultati".

"Dare l'opportunità ai cittadini di sostenere, con i loro acquisti, la Federparchi per offrire a undici aree protette arredi in materiali riciclabili, è un sostegno concreto al mondo dei parchi, modello da sempre di sviluppo sostenibile, e allo stesso tempo sollecita la consapevolezza della necessità di un'economia più a misura d'uomo", dichiara il presidente di Federparchi Giampiero Sammuri.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments