LA NOVITA'

Plastica ecologica dai noccioli d’oliva

Dalla Spagna la plastica del futuro: sostenibile e ottenuta dagli scarti dei noccioli d’oliva

  • A
  • A
  • A

Le olive rappresentano un ingrediente fondamentale ed estremamente versatile per la dieta dei paesi mediterranei. Se l’oliva è l’abbinamento perfetto durante gli aperitivi, da quelle servite nel Martini Cocktail a quelle che si mangiano accompagnate da taralli e patatine, l’olio d’oliva è il condimento per eccellenza della Dieta Mediterranea. Non a caso Italia, Spagna e Grecia sono i maggiori produttori ed esportatori mondiali di olio d’oliva ed è proprio in Spagna che alcuni ricercatori hanno sviluppato Oliplast, un nuovo materiale di imballaggio a base biologica ed ecosostenibile che può essere utilizzato per realizzare prodotti legati al confezionamento dell’olio d’oliva come ad esempio vassoi, piatti, tappi e contenitori.  

Durante i processi produttivi dell’olio vengono infatti scartati circa 360mila tonnellate di noccioli d’oliva all’anno e lo scopo dell’ambizioso progetto spagnolo è conferire un nuovo valore aggiunto agli scarti di oliva tramite lo sviluppo di nuovi materiali sostenibili. I vantaggi legati all’utilizzo di questa plastica eco-friendly sono molteplici: oltre ad essere rispettosa dell’ambiente è anche conveniente dal punto di vista economico in quanto la materia prima è costituita da dei prodotti di scarto che hanno un’altissima disponibilità a livello mondiale. È emerso inoltre che questa bioplastica è molto resistente e durevole e potrebbe quindi fornire in futuro una valida alternativa green ai prodotti monouso di plastica minimizzando così l’impatto ambientale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments