ALIMENTAZIONE

“Grano del Mare”: il nuovo cibo stellato

Dalla Spagna la scoperta di un nuovo alimento naturale

  • A
  • A
  • A

I nostri nonni da giovani non mangiavano sushi, carni o frutti esotici come mango e papaya. Oggi invece ristoranti etnici e giapponesi sono sempre più di moda e diffusi in tutto il mondo. Creatività e fantasia negli ultimi anni sono state l’ingrediente segreto degli Chef a caccia della stella. Dall’uovo centenario col suo forte odore di zolfo dall’aspetto non invitante, fino ad arrivare agli insetti, come il verme della farina, che da qualche mese ha ottenuto il pass europeo. Ogni giorno serve inventarsene una nuova. Il “grano del mare” è l’ultima novità dello spagnolo Angel Leon, 3 Stelle Michelin. Chef del Mar questo il suo soprannome, e proprio dal mare arriva la sua scoperta.

Semi prodotti dalla Zostera Marina, un tipo di pianta oceanica capace di assorbire l’anidride carbonica 35 volte più velocemente dell’intera Foresta amazzonica. Il “grano marino” è simile al riso ma con il 50% di proprietà nutritive in più. Un prodotto glutine free che si coltiva da solo nell’ecosistema marino. Lo Chef Leon da sempre vede il mare come una risorsa ancora da scoprire: “Ad oggi conosciamo soltanto il 40% della dispensa marina. Dobbiamo guardare al mare con fame, con una mentalità aperta ed essere meno selettivi in quello che mangiamo”.

Lo Chef ha prodotto un vero e proprio orto marino dove coltivare il grano del mare. Reintroducendo così la pianta della Zostera all’interno del parco Naturale dell’Andalusia di Bahía de Cádiz. Ora manca solo il menù, perché lo Chef sta ancora studiando come legare al meglio questo ingrediente segreto.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments