NUMERI E STATISTICHE

E-Mobility: i proprietari di veicoli elettrici ai raggi X

Numeri e statistiche sulla mobilità del futuro, sempre più del presente

  • A
  • A
  • A

Nei primi sei mesi del 2020 il mercato dell’auto dei principali quattro Paesi europei (Italia, Francia, Germania e Spagna) ha registrato un calo complessivo delle immatricolazioni del 41%, mentre le vetture elettriche hanno segnato un andamento in controtendenza in netta crescita del 101%. Il mercato europeo dell’e-mobility è il secondo dopo la Cina con il 22% di vendite, mentre nel 2023 raggiungerà circa l’8% delle vendite totali trainato dalle flotte aziendali. Ma chi compra, ha comprato o comprerà auto a zero emissioni? 

I proprietari di veicoli elettrici, sono in media persone di mezza età, residenti in città e con un reddito superiore rispetto ai possessori di auto a combustione interna. La chiave per arrivare all'acquisto è il passaparola da parte di amici e parenti, con il test drive che sgombra anche gli ultimi dubbi.

I potenziali clienti elettrici, che rappresentano il 68% del campione dei consumatori privati intervistati da PwC Strategy&, sono stati raggruppati in sei profili-tipo, in base a quattro variabili comportamentali: la coscienza ambientale, la propensione all’uso della tecnologia, la sensibilità al prezzo e l’utilizzo dell’auto. 

Le principali ragioni di acquisto di un veicolo elettrico sono da ricondursi a temi di minori costi di utilizzo, minore impatto ambientale, praticità di ricaricare la vettura a casa e possibilità di accedere in centro città. Dati raccolti dall’ultima analisi eReadiness di PwC Strategy&, che ha coinvolto in quattro paesi europei (Italia, Germania, Francia e Spagna) oltre 6.400 consumatori privati, 40 fleet manager di aziende con una flotta di almeno 100 veicoli, 30 concessionarie rappresentanti 27 brand e 13 Case automobilistiche rappresentanti circa il 45% del parco circolante europeo.

La mobilità elettrica è sulla rampa di lancio.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments