OGGI CON AURIEMMA

Cuore tifoso Napoli, Ancelotti perde i pezzi in attacco

Insigne e Milik fuori, Llorente in ritardo, Lozano tornerà tardi dal Messico: restano Callejon, Mertens e Younes contro la Samp

di
  • A
  • A
  • A

E adesso? Si dice che nelle difficoltà si trovano le opportunità e Ancelotti certamente saprà coniugare questo principio per trovare gli attaccanti che servono per provare a battere la Sampdoria

Milik non si allena dal 10 settembre, vincolato a quella sofferenza all’adduttore che nemmeno le cure in Polonia sono riuscite a sistemare. Continua ad allenarsi con un programma ad hoc, lontano dal gruppo che lavora per preparare le partite, mentre il centravanti del Napoli ha incassato l’endorsement di De Laurentiis per trovare le energie nervose necessarie a tornare quello di prima. Magari contro il Lecce, potrebbe sedere in panchina aspettando il momento del suo esordio stagionale in maglia azzurra.

Gli fa compagnia, tra quelli che fanno la spola tra infermeria e palestra, Lorenzo Insigne. Il suo desiderio forte di essere sempre in campo lo ha tradito nella sfida con la Juventus, all’Allianz Stadium che da sempre rappresenta per lui un tabù che ha provato ad infrangere, pur sapendo di non essere al meglio della condizione fisica. Nel riscaldamento pre-gara della sfida con la Juventus sentì un dolorino al gluteo destro, ma non disse nulla perché mai avrebbe voluto alzare bandiera in prossimità del fischio di inizio di Orsato. Però l’ha pagata. Al termine del primo tempo, dopo aver stretto i denti per 45 minuti, chiese il cambio perché non riusciva a giocare come avrebbe voluto. Risultato: lasciò anche il ritiro della Nazionale e ancora adesso sta seguendo un programma differenziato per tornare al top. Contro la Sampdoria è improbabile che possa essere schierato, non lavora con il gruppo dal 31 agosto e la sfida di martedì contro il Liverpool è troppo importante per rischiarlo in una gara di campionato.

A Milik e Insigne bisogna aggiungere anche Llorente: è arrivato da poco a Castelvolturno e non gioca una partita da tre mesi e mezzo, dalla finale di Champions tra Liverpool e Tottenham. È improbabile, se non impossibile, che possa essere schierato sabato pomeriggio dal primo minuto. E poi Lozano. Soltanto oggi tornerà a Napoli, dopo le amichevoli giocate con il Messico negli States contro Usa ed Argentina. Avrà un solo allenamento nelle gambe ed il jet lag da smaltire prima della sfida di sabato al San Paolo. Domanda: chi giocherà in attacco per il Napoli? Restano Mertens, Callejon e Younes e Ancelotti dovrà farseli bastare per vincere una gara delicata ed importante come quella, la prima a Fuorigrotta, contro i doriani.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments