SUPERLEGA MASCHILE

Civitanova e Perugia ok, Modena travolge Milano

La Lube si rialza contro Ravenna dopo la sconfitta contro la Sir, che prosegue il magico momento di forma battendo Piacenza. La Leo Shoes piega il Powervolley 3-0

  • A
  • A
  • A

Nella 20ª giornata di SuperLega, la 7ª del girone di ritorno, la Cucine Lube Civitanova torna al successo dopo aver perso lo scontro diretto con Modena: i cucinieri regolano Ravenna 3-0 (25-21, 25-23, 25-19), mentre la Sir Safety Conad Perugia continua a macinare vittorie (19 consecutive tra campionato e coppe) piegando in rimonta Piacenza (23-25, 25-18, 25-22, 25-14). Modena travolge Milano in tre set, vincono anche Trento e Cisterna.

Sir Safety Conad Perugia

Civitanova si rialza dopo la sconfitta di Modena piegando Ravenna con un 3-0 casalingo. Parziali di 25-21, 25-23, 25-19 per i cucinieri, guidati dai 16 punti (di cui 4 ace) di Robertlandy Simón e dagli 11 a testa di Osmany Juantorena e Kamil Rychlicki. Nel primo set la Lube allunga nel finale con un parziale conclusivo di 6-2 e si porta in vantaggio. Si gioca punto a punto anche nel secondo set: i marchigiani tentano la fuga sul 12-7 (massimo vantaggio portato da un muro di Juantorena), ma la Consar è brava a stare in corsa e raggiunge il pari (22-22) con Aleksa Batak. Ancora un break finale regala il set alla banda di Fefè De Giorgi, che nel terzo parziale soffre decisamente meno e prende il volo con un break di 8-2 ottenuto sul risultato di 9-9.

I campioni del mondo restano dunque a braccetto con Perugia, che batte 3-1 Piacenza (23-25, 25-18, 25-22, 25-14). Partita che inizialmente vede gli umbri soccombere di fronte alla Gas Sales, che va per due volte sul +6 per poi allungare sul +5 (22-17) e gestire il rientro dei Block Devils nel finale. Perugia si scuote e fa suoi i successivi tre set, di cui il primo e il terzo vinti in modo abbastanza netto. È Marko Podraščanin a sancire i tre punti per la Sir, che trova 18 punti da Wilfredo Leon e 12 (con 4 muri) per Roberto Russo. I migliori della Gas Sales sono Dick Kooy (16 punti) e Alexander Berger (13).

Nel big match della serata, Modena batte nettamente Milano in tre set (27-25, 25-14, 25-19). Senza storia la partita del PalaPanini, che si gode una gara equilibrata solo nel primo parziale, deciso da una staffilata di Ivan Zaytsev. Nel secondo set la Leo Shoes vola sul 18-8 con un parziale di 6-0 coronato da una pipe di Anderson, poi chiude in scioltezza sul +11. Il punto del match arriva ancora con una pipe di Anderson, miglior realizzatore dei canarini con 14 punti, insieme a Bartosz Bednorz. Modena continua a volare (ottava vittoria di fila tra campionato e coppe), mentre a Milano, sempre quinta a quota 33, non bastano i 15 punti di Nimir Abdel-Aziz.

Ha bisogno invece del tie-break Trento per superare le resistenze di Padova: la Itas vendica il k.o dell'andata con i parziali di 19-25, 25-20, 25-18, 28-30, 20-18. Coach Angelo Lorenzetti gioisce con i 20 punti di Uroš Kovačević e i 17 a testa per Aaron Russell e Luca Vettori. Per la Kioene è inutile la prestazione super di Fernando Hernández: il cubano sigla 31 punti, ma subisce anche il muro di Simone Giannelli, che decide la gara. Nella sfida salvezza, Cisterna batte Sora per 3-1: parziali di 25-15, 25-23, 24-26, 25-18 per la Top Volley, che raggiunge Vibo Valentia e allunga a +7 sull'ultima in classifica.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments