Us Open: Pennetta-Hingis si arrendono in finale

La coppia italo-elvetica cede in tre set (2-6 6-3 6-2) alle russe Makarova-Vesnina nell'ultimo atto del doppio femminile

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Afp

Flavia Pennetta e Martina Hingis si arrendono in finale. La coppia italo-elvetica è stata battuta dalle russe Ekaterina Makarova ed Elena Vesnina nell'ultimo atto del doppio femminile agli Us Open: 2-6 6-3 6-2 il punteggio finale in favore della coppia numero 4 del seeding al termine di un incontro durato più di due ore. Per Flavia sfuma sul più bello il sogno di vincere il secondo Slam nel doppio dopo l'Australian Open del 2011.

Sogno cullato per un set e mezzo, in cui la brindisina e l'ex numero uno del tennis femminile hanno dominato le avversarie e messo in mostra un affiatamento sorprendente, soprattutto se si considera che giocano assieme da meno di tre mesi. Due break nel primo e nel settimo gioco consegnano il primo parziale a Pennetta-Hingis, che continuano a martellare anche in avvio di secondo. Nel quinto game la coppia italo-elvetica piazza un nuovo break che sembra indirizzare definitivamente la partita. Ma è a quel punto che arriva, inattesa, la reazione delle due russe, favorita anche da un calo dell'italiana.

Makarova e Vesnina infilano un parziale di sei giochi consecutivi che gli consente di incamerare il secondo set e di volare sul 2-0 nel terzo. Le russe sono tutt'altro che irresistibili e offrono alle avversarie diverse occasioni di rientrare in partita, ma Pennetta e Hingis sprecano due palle del contro-break nel quarto game e altre tre nel sesto. E nel settimo alzano bandiera bianca, cedendo di nuovo il servizio. E' un dritto della Makarova, brillante protagonista anche del singolare, a chiudere la sfida e a consegnare alla coppia russa il secondo trofeo dello Slam dopo il Roland Garros del 2013, vinto battendo in finale le azzurre Sara Errani e Roberta Vinci.

TAGS:
Us open
Finale doppio
Pennetta

I VOSTRI COMMENTI

marknussy - 07/09/14

Peccato, sarà per la prossima volta!

segnala un abuso