Australian Open: troppo Djokovic, Fognini si arrende

Il serbo elimina l’azzurro in tre set col punteggio di 6-3, 6-0, 6-2 in poco più di un'ora e mezza

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Fognini, AFP

Niente da fare per Fabio Fognini, che negli ottavi di finale degli Australian Open, prima prova stagionale dello Slam ha subito un'autentica lezione dal numero 2 del mondo Novak Djokovic. Soltanto 5 i game raccolti dal ligure, ultimo azzurro rimasto in gara, battuto per 6-3, 6-0, 6-2 in un incontro durato appena 1 ora e 33 minuti e che mai in nessun istante ha dato la sensazione di poter cambiare padrone. 

Djokovic, AFP

Merito di Djokovic, soprattutto, che ha sfoderato il suo miglior tennis, circostanza che da queste parti non gli capita di rado, visto che sono 4 gli Australian Open vinti in carriera. Il serbo ha messo a segno 33 vincenti contro 21 errori gratuiti, un bilancio che la dice lunga sulla qualità del suo gioco, mentre è altrettanto emblematico del livello non eccelso il saldo negativo ottenuto dall'azzurro (20 vincenti, 44 errori gratuiti). Soltanto nel primo set il punteggio non è stato severissimo con l'italiano, ma soltanto perché Djokovic dopo aver strappato il servizio a Fognini nel quarto game, ha sciupato altre 5 palle break in due turni di servizio di Fabio che avrebbero accelerato ulteriormente la pratica. Meno "generoso" è stato Djokovic nel secondo parziale vinto a zero e nel terzo nel quale da 1-2 ha infilato altri cinque giochi consecutivi per chiudere un match nel quale Fognini ha avuto a disposizione una sola palla break.

Djokovic accede quindi ai quarti di finale dove affronterà lo svizzero Wawrinka, testa di serie numero 8, che si è sbarazzato in tre set, 6-3, 7-6, 7-6, dello spagnolo Robredo, numero 17 del seeding. Ai quarti approda anche il numero 3 del tabellone, lo spagnolo David Ferrer che cede il primo parziale al tedesco Floryan Mayer, dominandolo però alla distanza col punteggio di 6-7 (5), 7-5, 6-2, 6-1. 

TAGS:
Tennis
Australian open
Fognini
Djokovic

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento