Tennis: Nadal accusato di doping da Koellerer

L'ex tennista contro lo spagnolo: "Impossibile che non prenda niente"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Daniel Koellerer, foto Lapresse

Rafa Nadal è ancora nell'occhio del ciclone, sebbene l'ultima accusa di doping sia tutta da dimostrare. Arriva, infatti, dall'ex tennista Daniel Koellerer, odiato da tutti i colleghi e radiato dalla Tennis Integrity Unit per un triplo tentativo di combine nel 2011: "Sta sette mesi fuori per infortunio, poi rientra e vince 10 tornei su 12 - si stupisce l'austriaco -. E' impossibile. Nessuno crede al fatto che lui non prenda niente".

Parole pesantissime, sospetti su sospetti: "Ci sono delle voci che parlano di infortuni finti per scontare dei silent ban (letteralmente squalifiche silenziose, ndr). Immaginate cosa significherebbe per il tennis la notizia di un suo controllo antidoping positivo". Non è la prima accusa rivolta a Nadal, ma - per il soggetto che la formula - è sicuramente una delle più curiose. Koellerer, infatti, è considerato il dannato del tennis. In campo si è contraddistinto per la scazzottata con il compianto Federico Luzzi al torneo di Genova, per le polemiche con Volandri a Trani, per gli insulti ("Scimmia, torna nella giungla") rivolti al brasiliano Juan Silva, per il quasi strangolamento subito da Koubek a Kitzbuehel. E una lunga serie di comportamente scorretti che portarono alcuni colleghi a sottoscrivere una petizione per allontanarlo dal circuito.

Ci ha pensato la Tennis Integrity Unit, che nel 2011 lo ha radiato a vita per aver tentato di corrompere avversari e influenzare l'esito dei match. Dopo un po' di tempo lontano dal palcoscenico, Koellerer (max n.55 Atp) è tornato con la 'sparata' su Nadal e una cattiveria persino sul buon Ferrer: "Lui è, o comunque era, un fumatore pesante - ha rivelato all'austriaco 'Sportwoche' -. Quando una volta ho giocato contro di lui, ha fumato dieci minuti prima della partita". Accuse rilevanti, certo, ma un po' meno rispetto a quelle rivolte al n.2 al mondo.

TAGS:
Nadal
Doping
Koellerer
Tennis

I VOSTRI COMMENTI

15101975 - 01/10/13

purtroppo quando uno è più forte deve esserci per forza qualcosa che nn va....vero?

segnala un abuso

MrAlex77 - 26/09/13

Il CIO nn ha assegnato a Madrid le Olimpiadi del 2024 anche perchè la Spagna non ha mai fatto nulla per contrastare il doping dilagante...
E le vittorie in serie che ci sono state negli ultimi anni in sport in cui gli spagnoli non hanno mai vinto nulla sono sicuramente molto sospette...

segnala un abuso

gennaro diniz - 25/09/13

sicuramente il soggetto sara' anche un losco figuro, ma la spagna non la racconta giusta su questi successi esclusivamente in sport da vetrina ( calcio, basket, ciclismo, tennis) e moto mondiale grazie alla dorna!!!!!!
fuentese è servito anche per una strategia politica in modo da distogliere lìopinione lubblica iberica dalla crisi economica che li attanaglia!!!!!

segnala un abuso

il vaffa - 25/09/13

i tennisti sono tutti dopati come i ciclisti

segnala un abuso

MakkaD - 25/09/13

Fosse solo Nadal, c'è mezza Spagna sportiva dopata altrimenti non si spiegherebbe come un popolo notoriamente scarso nel mondo dello Sport abbia partorito una serie pazzesca di atleti come la nazionale spagnola, alonso, contador, la nazionale di basket, nadal, ecc.

Insomma, Fuentes avrà seminato parecchi adepti.

segnala un abuso

jh1976 - 25/09/13

Sfonda una porta aperta : chiunque abbia praticato sport ad alto livello sa che l'altalena delle performance e dei bicipiti di nadal non si spiegano in altro modo che con l'utilizzo di metodi "non convenzionali"
Purtroppo nadal ormai è stato eletto a testimonial imprescindibile del tennis per cui non verrà fermato
e gli altri tennisti puliti dovranno ancora ingoiare il rospo ed accettare l'ingiustizia palese

segnala un abuso