Tennis, Aspria Cup: vince Filippo Volandri

Battuto in due set lo slovacco Andrej Martin

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Filippo Volandri, foto Francesco Pununzio

Filippo Volandri si prende l'Aspria Cup 2013. Il tennista livornese, dopo aver battuto in semifinale l'altro azzurro Andrea Arnaboldi, ha messo al tappeto anche lo slovacco Andrej Martin chiudendo il match in due set abbastanza agevoli: 6-3, 6-2. Per Volandri si trattava del seconda finale in un torneo Challenger dopo quella di Roma nel maggio scorso. Era dal 2009 che un italiano non si imponeva sui campi milanesi dell'Harbour Club.

Filippo Volandri, foto Francesco Pununzio

Nessun pericolo per il livornese, che ha chiuso senza difficoltà in due set contro Andrej Martin, battuto col punteggio di 6-3 6-2 in un’ora e sedici minuti di gioco. Lo slovacco non ha mai trovato le contromisure al tennis del rivale, solido come nei giorni migliori. Il primo break al quinto gioco, con Volandri avanti 3-2 e poi in grado di allungare fino al 6-3 conclusivo. Nel secondo, l’azzurro è andato subito sopra 2-0, ha perso il servizio ma ha trovato un altro break che ha indirizzato nettamente l’incontro dalla sua parte. Si tratta del secondo titolo per un italiano a Milano, il primo per Volandri dal 2011. “Sono molto contento – ha detto il 31enne toscano a fine gara – perché avevo bisogno di tornare alla vittoria. E farlo in casa, in Italia, è particolarmente emozionante. Ero stanco, ma probabilmente il mio avversario lo era ancor più di me, visto che proveniva dalle qualificazioni”. Si chiude così un’ottava edizione all’insegna dell’equilibrio e delle sorprese.
Un’edizione partita con la grande attesa per l’esordio di Gianluigi Quinzi, che pur perdendo dall’australiano Bolt ha mostrato a tratti le sue potenzialità, andando vicinissimo a vincere il suo primo incontro nella categoria Challenger. E proseguita poi con le belle prestazioni di Riccardo Sinicropi, cresciuto proprio sui campi dell’Harbour Club sotto la guida di Laura Golarsa, capace di arrivare ai quarti di finale, il miglior risultato della sua carriera. Massimo Policastro, direttore del torneo, traccia un bilancio della manifestazione sotto il profilo tecnico: “In questa settimana – spiega – abbiamo assistito a tanti incontri interessanti e di qualità. Abbiamo ammirato giovani di grande talento, abbiamo visto un ragazzo che gioca da noi come Riccardo Sinicropi sfiorare la semifinale e un lombardo come Arnaboldi arrivare a un passo dall’ultimo atto esprimendo un ottimo tennis. Ma sono anche contento di aver visto un tennista d'esperienza come Filippo Volandri lottare con la grinta e la voglia di un ragazzino in un Challenger. Significa che ci teneva particolarmente a fare bene, come lui stesso ha dichiarato, e questo ci riempie di orgoglio”.
A Carlo Alagna, direttore organizzativo, il compito di chiudere: “Un dato positivo – dice – è stata la grande partecipazione di pubblico fin dai primi turni: tribune piene prima per Quinzi, poi per gli ex top 30 Starace e Volandri: una grande risposta da parte degli appassionati, tant'è che per la semifinale italiana tra Volandri e Arnaboldi abbiamo registrato il tutto esaurito. Siamo davvero soddisfatti e ringraziamo tutti quelli che hanno permesso lo svolgimento dell’evento, dagli sponsor alle istituzioni”.

TAGS:
Tennis
Milano
Aspria Cup
Filippo volandri

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento