Supersport, Malesia: impresa di Badovini

Il pilota italiano vince da sostituto davanti al malese Khairuddin. Terza la MV Agusta di Rea

Supersport, Malesia: impresa di Badovini

Giornata storica per Ayrton Badovini con la Honda che sul circuito bagnato di Sepang vince la gara di Supersport. L'italiano, che correva al posto dell'infortunato Glenn Scott, batte di pochi metri il malese Khairuddin. Terza la MV Agusta di Gino Rea. Le due Kawasaki in difficoltà con Kenan Sofoglu sesto e Rendy Krummenacher ottavo. Giù dal podio ci finiscono anche le due Honda di Patrick Jacobsen (4°) e Kyle Smith (5°).

Grande festa per il pubblico malese, ma grande festa anche per i colori azzurri. Ayrton Badovini fino a un mese fa vedeva le gare dal divano di casa, ora guarda tutti dal più alto gradino del podio. Il pilota italiano si commuove a sentir risuonare l'inno di Mameli sul circuito di Sepang, perché la sua è una giornata incredibile. Dopo sette anni di Superbike, con due terzi posti all'attivo, il ventinovenne di Biella si era ritrovato quest'anno senza moto. L'infortunio di Scott l'ha fatto ritornare in sella e dopo Assen (7°) e Imola (9°) ha centrato la prima vittoria della sua carriera grazie alle condizioni di pista bagnata su cui Ayrton si è sempre trovato alla grande. Si tratta di una vera e propria impresa se si considera che Badovini aveva tra le mani una Honda non ufficiale e che il titolare si trova al 22esimo posto della classifica generale. Una classifica con le prime tre posizioni invariate: Sofoglu (96), Krummenacher (79), Cluzel (67)

TAGS:
Supersport
Malesia
Kawasaki
MV Agusta
Sofoglu
Cluzel