Superbike, Thailandia: Van der Mark domina le prove libere

Il pilota olandese della Honda, dopo il secondo posto in Australia, inizia al meglio il weekend sul circuito di Burinam

Van der Mark continua a sorprendere e domina le prove libere in Thailandia con un tempone (1'34"629). In una pista sporcata dalla sabbia, l'unico altro pilota ad abbattere il muro dell'1'35" è Sylvain Guintoli (1'34"811). Chiude il podio un ottimo Jordi Torres sulla Bmw. Il dominatore dell'Australia, Jonathan Rea, controlla e si piazza quinto. Entrano nella top10 anche i due ducatisti Davies (8°) e Giugliano (9°).

La Thailandia si presenta come un avversario ostico per i piloti: sole, temperature bollenti e asfalto sporco. Il vento dei giorni scorsi infatti ha adagiato sull'asfalto di Buriram uno strato di sabbia che ha reso la pista pericolosa per tutti. La prima sessione di prove si svolge così all'insegna del "meno rischio, meglio è" e infatti in testa ci finisce a sospresa la MV Agusta con in sella Leon Camier. 

Nel pomeriggio la pista migliora e i più forti iniziano a fare sul serio. Impressionante è la prova di forza di Van der Mark, che dopo il secondo posto in Australia conferma che quest'anno può lottare per le prime posizioni. Ma le sorprese non finiscono qui perchè Jonathan Rea, quinto ma con il miglior ritmo gara, dovrà stare attento anche alle Yamaha posizionate benissimo in questo venerdì di prove (Guintoli 2° e Lowes 4°). Le Ducati non svettano, ma comunque entrano nella top10 valida per giocarsi la Superpole2. Non c'è da preoccuparsi perché il nostro Giugliano (9°) era partito piano anche nel venerdì australiano, domani sarà tutta un'altra musica. Per le Aprilia invece la strada è tutta in salita, De Angelis ha avuto problemi di elettronica mentre Savadori ha rotto il motore nella sessione pomeridiana.

Superbike, Thailandia: Van der Mark domina le prove libere

TAGS:
Thai round
Superbike
Free practice

Argomenti Correlati