Superbike, test di Aragon: cresce il feeling tra Melandri e la sua Panigale

Il ravennate: "Questa Ducati mi piace, devo crescere ma sono soddisfatto"

di ALBERTO PORTA

Superbike, test di Aragon: cresce il feeling tra Melandri e la sua Panigale

Il freddo non molla la presa nella seconda e conclusiva giornata di test al Motorland Aragon per Kawasaki, Ducati, Yamaha e Honda. L’asfalto è al minimo sindacale, 12-13 gradi, ma almeno c’è il sole e il lavoro di sviluppo per il 2017 può andare avanti senza intoppi. Ci pensa Jonathan Rea a scaldare l’atmosfera. Il campione del mondo va di fretta e stampa il nuovo record ufficioso del tracciato: 1’49”8, siamo a 3 decimi dalla Superpole di Tom Sykes e 6 decimi meglio del record in gara di Chaz Davies.

Sykes, più lento di 4 decimi rispetto al compagno di squadra, è comunque soddisfatto del lavoro svolto. In Ducati Davies promuove la forcella Ohlins versione 2017 e si concentra su modifiche di elettronica, mentre Marco Melandri continua a fare il “sarto” per cucirsi addosso la Panigale. 1’50”4 per il gallese, con Marco solo 3 decimi più lento del “Re di Aragon”: “Sono davvero molto contento di come è andata. E’ stato emozionante rimettersi in pista con i colori ufficiali. C’è ancora tanto lavoro da fare, devo migliorare in frenata e capire ancora un po’ la moto, che comunque mi piace molto. Io sono migliorato dal punto di vista fisico, non sono stanco come mi era capitato alla fine del test di Valencia”.

Alex Lowes, con la Yamaha, si è sobbarcato un duro lavoro mettendo insieme due simulazioni di gara, indispensabili per sgrezzare molte novità di ciclistica e di motore. Michael Van der Mark, al suo secondo giorno sulla R1, ha cercato di migliorare la confidenza con una moto sostanzialmente diversa da quella che guidava in precedenza. E a proposito di Honda, se Stefan Bradl sta scoprendo un mondo tutto nuovo, senza farsi comunque mancare un “long-run”, Nicky Hayden ha fatto quello che ha potuto sulla “vetusta” CBR che montava qualche particolare della versione 2017, che però verrà pronta solo a gennaio.

I TEMPI DELLLA SECONDA GIORNATA

- Jonathan Rea Kawasaki 1’49”8
- Tom Sykes Kawasaki 1’50”3
- Chaz Davies Ducati 1’50”4
- Marco Melandri Ducati 1’50”7
- Nicky Hayden Honda 1’50”8
- Stefan Bradl Honda 1’51”0
- Alex Lowes Yamaha 1’51”2
- Michael V.d. Mark Yamaha 1’51”5

TAGS:
Motori
Moto
Superbike
Sbk
Melandri
Test
Ducati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X