Superbike, Rea prepara la festa mondiale a Jerez

Torna il campionato, ma tiene banco il mercato moto e piloti

di ALBERTO GASPARRI

Superbike, Rea prepara la festa mondiale a Jerez

Dopo una vacanza durata un mese e mezzo, la Superbike torna a far cantare i suoi motori. E il roundi di Jerez, in programma nel weekend, potrebbe essere quello decisivo per l'assegnazione del titolo iridato. A tre round dal termine della stagione, infatti, Jonathan Rea ha un vantaggio praticamente incolmabile, tanto che gli basterà collezionare un decimo posto, l'equivalente di sei punti, per laurearsi campione e succedere a Sylvain Guintoli. Un'impresa al limite del banale per uno che finora ha collezionato 12 vittorie e complessivamente 20 podi nelle 20 gare disputate.

I suoi rivali più diretti in classifica, il ducatista Chaz Davies e il compagno di team in Kawasaki, Tom Sykes, cercheranno soltanto di rendergli la vita più difficile e fargli festeggiare l'impresa senza l'ennesima doppietta. In Spagna mancherà Davide Giugliano, che ha chiuso la sua stagione in anticipo a causa della rovinosa caduta di Laguna Seca. Al suo posto correrà il colladutatore Michele Pirro, reduce dalla positiva ma sfortunata esperienza in MotoGP a Misano. Ma a Jerez terrà banco anche il mercato 2016. Dovrebbe essere dato l'annuncio dell'accordo tra la Yamaha e il team Crescent di Paul Denning per portare in pista la nuova R1. Per una casa che torna, ce n'è una, la Suzuki, che potrebbe prendersi un anno sabbatico in attesa di sviluppare la GSX-R attesa al debutto. Ma si parlerà, e tanto, anche di Marco Melandri, in cerca di una sistemazione per l'anno prossimo e destinato a guidare una Ducati con una squadra supportata da Borgo Panigale.

TAGS:
Superbike
Jerez
Ducati
Melandri
Yamaha
Rea
Kawasaki

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X