Superbike, le pagelle di Jerez

Rea fa festa, ma Davies è il migliore

di GIULIO RANGHERI

Rea: 7.5 – Media ponderata tra una stagione da 9 in cui ha dominato e una giornata da 4 che è stata avara di risultati e di emozioni. Per lui e per noi. Salito per la prima volta su una moto competitiva non ha sbagliato nulla. Ha chiarito le gerarchie all’interno del team Kawasaki strapazzando Sykes in svariate occasioni e ha colto quasi sempre il massimo possibile. Si è dimostrato pilota maturo, veloce e completamente focalizzato sul suo obiettivo. Talmente focalizzato da non concedersi, e concederci, alcuna manifestazione di gioia per il titolo appena conquistato. Soverchiato dalla delusione per due brutti piazzamenti non ha concesso, non dico il mitico streap tease di Toseland per il quale probabilmente gli manca il fisico, ma nemmeno il canonico lancio dei guanti ai tifosi che è proprio il minimo sindacale nel campo dei festeggiamenti. Peccato; così facendo ha un po’ svilito, almeno dal punto di vista emotivo, il valore della sua impresa.

Davies: 8 – Con Rea è il più solido e completo dei piloti SBK. Ha combattuto come un mastino in tutte e due le manche, ottenendo un secondo e un primo posto importantissimi per la classifica di Campionato. Se la Ducati fosse stata più competitiva in alcuni frangenti, oggi probabilmente sarebbe ancora in lizza per il titolo. Gli rimangono quattro manches per confermarsi uomo del momento e candidarsi ancor più autorevolmente a primo sfidante di Rea nel 2016.

Van Der Mark: 7 – Ottime qualifiche e gran bel terzo posto in Gara1. Costantemente più veloce dell’ormai detronizzato Guintoli, ha corso con classe e generosità portando la fiacca Honda sul podio. L’impresa in passato riusciva solo a Rea. In Gara2 si è steso quando era di nuovo in lotta per il podio. Ci può stare quando devi sopperire all’inferiorità tecnica con il manico. Di sicuro il giovane di maggior talento della SBK. Gli ci vorrebbe una moto più competitiva, ma il rinnovo del contratto con Honda pare negargli questa opportunità anche per il 2016.

Baiocco: 7 – Beneficia dell’ottima forma delle Ducati del team Althea per dimostrarsi consistente e veloce sia in prova sia in gara. Manca l’acuto, riuscito al suo compagno Canepa in qualifica, ma non incorre in alcun errore e porta a casa, oltre a due bei piazzamenti, la soddisfazione di aver combattuto con i piloti ufficiali? Talvolta lo trascuriamo, ma questa volta ci costringe a fare pubblica ammenda.

TAGS:
Pagelle
Superbike
Rangheri
Jerez

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X