Superbike, le pagelle di Donington

Sykes nella storia, ma forse è tardi. Rea a digiuno, l'Italia si difende bene

di LUCA BUDEL

Superbike, le pagelle di Donington

TOM SYKES – VOTO 10 A Donington potrebbe girare anche al buio, come fosse casa sua. Conosce a memoria curve e asfalto di questa pista e lo sottolinea mettendo assieme un finesettimana sontuoso, con tanto di record assoluto di vittorie strappato a Carl Fogarty. Peccato che fin qui gli sia mancata la costanza nel rendimento del compagno di squadra. 56 punti da recuperare nel mondiale sono tanti anche con 12 gare a disposizione.
JONATHAN REA – VOTO 8 Non vince dalla domenica di Assen. Un digiuno lungo 6 gare. Ma la stoffa del campione si vede luccicare nei momenti complicati. Infatti Rea non è mai sceso dal podio, mantenendo sempre e comunque il controllo della situazione. Anche nella prima gara di Donington quando ha litigato col cambio andando per prati, chiudendo comunque alla piazza 3.
CHAZ DAVIES – VOTO 7 Ha pagato a caro prezzo l’incendio della moto di venerdì. Sabato è caduto due volte, in gara 2 ha sapute gestire la situazione chiudendo al terzo posto. La rincorsa al titolo appartiene ormai all’impossibile con due Kawasaki davanti.
DAVIDE GIUGLIANO – VOTO 7 Lascia Donington con sentimenti contrastanti, Dopo essere stato l’ultimo ad arrendersi alla furia agonistica di Sykes nella prima esibizione ha viaggiato a centrogruppo nella replica dello spettacolo.
LORENZO SAVADORI – VOTO 7 Il ragazzo sta crescendo bene, limitando al minimo il repertorio degli errori. In Inghilterra mette in pista la prestazione complessiva più bella della sua stagione, sfiorando il podio in gara 2. Trattasi di pilota veloce e arrivato al giusto grado di maturazione.
LEON CAMIER – VOTO 7,5 Sulla MV Agusta scartata da Marco Melandri si sta togliendo qualche soddisfazione. Il bilancio di Donington racconta di un quarto e di un quinto posto. Materiale utile per pensare positivo.
NICKY HAYDEN – VOTO 6,5 La festa di Sepang è già un ricordo. Qui Kentucky Kid è tornato a remare nel mucchio selvaggio ma lo ha fatto abbastanza bene da mettersi sempre alle spalle Van Der Mark, considerato uno dei talenti più limpidi del gruppo.
RAFFAELE DE ROSA – VOTO 9 A 29 anni, dopo aver mangiato polvere a sufficienza, trova finalmente la sua dimensione.Primo a Donington e balzo in testa al campionato Super Stock con la BMW del team Althea.

TAGS:
Superbike
Donington
Rea
Davies
Sykes
Giugliano
Savadori
Camier