Superbike, Davies: "Spero che cambi il Mondiale"

Rea e Sykes: "Chaz era irraggiungibile". Giugliano: "Quinto posto che vale oro"

Chaz Davies e la Ducati credono nel titolo Superbike dopo che la vittoria di gara-1 ad Aragon ha rilanciato le loro ambizioni. "Speriamo che da qui cambi il Mondiale. E' solo una gara, ma una gara bella. La squadra ha fatto le giuste modifiche e soprattutto il motore ha fatto la differenza. Per gara-2 sarà importante restare con i piedi per terra e lavorare, sarà un altro giorno", ha detto nel parco chiuso spagnolo.

"Sono contento, nei primi giri è stato un po' difficile, ho battagliato con tutti. Poi ho trovato il passo e mi sono concentrato nella guida", ha aggiunto commentando la sua gara. I pirmi a rendergli onore sono stati i due gallewtti della Kawasaki, Jonathan Rea e Tom Sykes: "Chaz era davvero irraggiungibile", hanno ammesso all'unisono. Bicchiere pieno a metà, invece, per Davide Giugliano. "Finora abbiamo lavorato poco per vari problemini, è stata una gara-test. Mi spiace perché avevo pensato di poter essere più veloce, poi però la gomma si è deteriorata troppo. E' comunque un quinto posto che vale oro visto il weekend finora. Spero che serva per gara-2", le sue parole.

TAGS:
Superbike
Aragon
Rea
Sykes
Davies