Superbike a Jerez, Davies: "Ora la moto è mia"

Sykes: "Non avevo il passo di Chaz". Rea: "Contento del risultato, non della moto"

Un Chaz Davies così forte non si era mai visto, il gallese se la ride perché ora ha tra le mani la "sua" Borgo Panigale: "Come ho detto ieri, adesso la moto è mia. Ogni giro ho sentito tutto sotto controllo, non ci sono state sorprese. Sono molto contento perché in passato Jerez è stata una pista difficile per me, ma gli ultimi due anni siamo andati forte. Voglio ringraziare la mia squadra perché sono i migliori al mondo".

"Questa vittoria la dedico a loro - prosegue il gallese - perché credono tanto in me. Purtroppo ho perso tanti punti in mezzo alla stagione e ora è impossibile rimontare". Contempla ancora la categoria della possibilità Tom Sykes che chiude davanti al rivale Rea: "Sono abbastanza soddisfatto della seconda posizione, non avevo senz'altro il passo di Davies. C'è qualche imperfezione su cui dobbiamo lavorare in vista di gara-2. Il titolo? Peccato essere così distanti da Rea".

Un Rea che arriva davanti alle telecamere con un gusto dolceamaro in bocca: "Sono contento del risultato, ma non del set up della moto. Avevamo poca trazione e quando le gomme sono calate abbiamo sofferto tanto. Dobbiamo capire dove stia il problema, perché la seconda parte di gara è sempre stata il nostro punto forte". Prestazione da dimenticare invece per Savadori, solo dodicesimo alla bandiera a scacchi: "Gara molto difficile, ho fatto fatica ad arrivare fino alla fine. Sono posizioni che non ci competono, abbiamo grossi problemi e la moto è molto difficile da guidare".

TAGS:
Motori
Superbike
Jerez
Ducati
Kawasaki
Rea
Sykes
Davies

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X