Superbike, sorpresa Ducati ad Aragon: Davies e Fores davanti a tutti

Nelle prime libere dominano le Panigale, Kawasaki quarta e quinta con Sykes davanti a Rea

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Doppietta Ducati nella prima sessione di prove libere del round di Aragon del Mondiale Superbike. A sorpresa davanti a tutti ci sono le Panigale ufficiali di Chaz Davies e di Xavi Fores, sostituto dell'infortunato Giugliano. L'inglese ha chiuso col tempo di 1'52"009, precedendo di oltre tre decimi lo spagnolo. Poi la Suzuki di Lowes e le grandi favorite Kawasaki: Sykes quarto davanti a Rea. Aprilia in ombra: Torres e Haslam sono 9° e 10°.

Davies è subito stato veloce anche grazie al recente test di Misano ed a quello disputato lo scorso novembre proprio ad Aragon, con il tracciato già in configurazione 2015. Lowes ha fatot segnare il suo miglior crono proprio all'ultimo tentativo. L’ex campione del BSB, così come il compagno di squadra Randy de Puniet (15°) ha montato per la prima volta in stagione l’elettronica Magneti Marelli. Per ora Sykes e Rea sono rimasti tranquilli, anche se restano i grandi favoriti del weekend. Buona sesta posizione per Nico Terol (Ducati), a precedere il duo Honda di Sylvain Guintoli e Michael van der Mark. Difficoltà di natura tecnica per Leon Camier (MV Agusta), con la squadra ufficiale del costruttore italiano impegnata nel trovare la quadratura del cerchio del nuovo sistema elettronico. Rimasto ai box anche David Salom (Kawasaki), sempre per problemi di natura elettronica. Cadute per Ayrton Badovini, al ritorno sulla Bmw che era di Barrier (sceso in Superstock 1000 con la Yamaha), e Niccolò Canepa (EBR).

LA CLASSIFICA DELLE LIBERE 1

TAGS:
Superbike
Aragon
Sykes
Rea
Kawasaki
Ducati
Aprilia
Haslam

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X