Superbike: Giugliano è tornato in Italia, mercoledì altri controlli

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ANNA CAPELLA

Davide Giugliano

Una settimana dopo l'incidente di Phillip Island Davide Giugliano è a Milano. E' tornato in Italia e, in attesa di sottoporsi alla visita programmata da Ducati, effettua dei controlli: esami clinici e il parere di un luminare per avere un quadro più chiaro del suo futuro prossimo. Il primo verdetto di Melbourne è stato 90 giorni di stop, vale a dire saltare i primi 4 round del mondiale. Ipotesi che sembra confermata ora.

Giugliano ha una comprensibile voglia di tornare in pista presto ma al momento è dolorante nel fisico e nell'animo. E' consapevole che, data la dinamica dell'incidente, gli è andata bene. Nasconde un po' di sconforto e accenna un sorriso mentre racconta che non si devono affrettare i tempi, la schiena è delicata, non forzerà il recupero.
Mercoledì prossimo, a Modena, incontrerà lo specialista di fiducia di Ducati e solo allora avrà più chiaro il piano. C'è un giustificato rammarico nella sua voce, perché sa che la Ducati di questa stagione è competitiva. Lo sa perchè ha visto le gare, ma anche e soprattutto perché prima di cadere ha provato il passo ed era quello di chi ha vinto di domenica.
Ha lavorato duramente d'inverno ed ora è costretto ad accettare le conseguenze di questa falsa partenza. Ha lo spirito e la tempra per uscirne da vincente. Deve solo accettare che, in questa fase, si procede per piccoli passi.

TAGS:
Superbike
Giugliano
Ducati
Phillip Island

I VOSTRI COMMENTI

Mr SBK - 24/02/15

Dai Davidone, torna presto. Se domenica correva sicuramente te la giocavi, visto il risultato di Chaz.

Bel regalo Troy ma adesso tocca a te

segnala un abuso

gfossati58 - 24/02/15

più sta fermo e meno danni fa a se stesso e alla Ducati....

segnala un abuso

ilparcopetra - 24/02/15

forza Davide non mollare!!! porta pazienza rimettiti e quando torni SPACCA!!

segnala un abuso