Superbike, il primo acuto è di Lowes

Il britannico della Suzuki è il più veloce nel venerdì di prove libere. Soffre Bayliss, sorpresa Torres

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

DALL'INVIATO ALBERTO PORTA

Al mattino un nebbione che nemmeno a Casalpusterlengo a novembre. Poi, quando si accendono i motori per le prime prove libere del Mondile Superbike 2015, l’estate australiana si affaccia e regala una giornata spettacolare. Al primo turno di Phillip Island, pronti via, si pianta il motore della Ducati di Troy Bayliss dopo un paio di giri cronometrati. I tifosi, già in bel numero, tanti arrivati in moto, vanno a scolarsi una birra mentre in pista succedono cose interessanti. Se c’è presto un acuto di Alex Lowes con la Suzuki, tempo che resterà poi imbattuto per il grande caldo del pomeriggio, il lavoro dei team principali paga, soprattutto per un’Aprilia che nei test invernali aveva accusato un piccolo ma significativo ritardo.

Torres e Lupin

Sorpresa di giornata è Jordi Torres, il Lupin dell’Aprilia, il più veloce di tutti nel turno pomeridiano e secondo di giornata, capace di migliorarsi ad ogni uscita, calmo nel portare avanti un programma di lavoro finalizzato alla gara, tant’è che il miglior tempo è arrivato con una gomma anteriore spremuta oltre la distanza delle due corse di domenica, 22 giri l’una. Concretissimo anche Leon Halsam, quarto, scivolato all’ultimo giro quando stata arrivando il tempone. Terza e quinta le Kawasaki di Sykes e Rea, pochi acuti e tanta sostanza, mentre la prima Ducati è quella dell’ex campione del mondo della 125, Nico Terol, che si è tenuto dietro l’altro debuttante Van Der mark, Honda, ed il compagno di marca Chaz Davies, forse un po’ prudente visto quello che è capitato negli ultimissimi test al suo socio Davide Giugliano. In casa Ducati potrebbe montare qualche preoccupazione per i motori, visto quello che è capitato a Bayliss, comunque buon diciottesimo alla fine della giornata. Niente in confronto ai guai di Paperoga-Canepa, motore arrosto al primissimo giro del mattino e con il sedere malconcio dopo un high-side, probabilmente causato dall’elettronica, nelle seconde libere.

LA CLASSIFICA COMBINATA DELLE LIBERE

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

Sbk: chi farà la prima Superpole dell'anno?

TAGS:
Superbike
Phillip Island
Lowes
Bayliss
Ducati
Aprilia

I VOSTRI COMMENTI

robi440 - 20/02/15

Quest' anno "punto" tutto su Rea. Sono tra quelli che ritiene Rea il miglior pilota,forse il piu' veloce, della SBK....e con la Verdona ha molte piu' possibilita' di vincere il titolo....staremo a vedere e ci gusteremo cmq lo spettacolo di questo campionato. Questa è una pista buona per l'Aprilia....

segnala un abuso

agusta57 - 20/02/15

Si ripete ciò che è successo lo scorso anno quando la Suzuki vinse l'unica gara del 2014 con Laverty. Sicuramente dalla prossima gara le cose torneranno nella norma con Aprilia Kawasaki e Ducati al vertice.
Nota di merito per Camier e la Mv Agusta tra i primi 10, ed in testa alla Supersport. Domani sicuramente il grande Troy sarà tra i primi 10 in griglia.

segnala un abuso

nojapan-bannato - 20/02/15

Grande Troy che a 45 anni ci prova ancora. Questi campioni australiani hanno sempre un cuore enorme. Certi nomi non si dimenticano mai! Non farà il gran risultato ma sarà una grande emozione rivederlo.

segnala un abuso