L'Aprilia raddoppia: impegno massimo anche in Superbike

L'ingresso in MotoGP non toglierà risorse alle derivate di serie

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ALBERTO PORTA

L'Aprilia raddoppia: impegno massimo anche in Superbike

Fino a qualche settimana fa il titolo poteva essere: come disperdere un capitale. Che in questo caso, Aprilia e Superbike, significa 7 titoli mondiali tra piloti e costruttori conquistati in 4 anni. L'annunciato ritorno in MotoGP, con annesso trasloco di Marco Melandri, coincideva in pratica con una specie di smobilitazione subito dopo il trionfo. Dalle feste per il titolo di Sylvain Guintoli, insomma, alla chiusura della squadra ufficiale, con affidamento delle RSV4 versione 2015 al team Red Devils, già impegnato in pista con la moto di Noale.

Una delusione per i tifosi del marchio, un passo indietro magari obbligato che però non piaceva tanto a chi aveva lavorato e sudato per ottenere così tanti successi. L'aria natalizia deve aver portato invece nuovi entusiasmi per ridare fiato all'orgoglio un po' assopito. Facendo i conti e contando sulla voglia di vincere e, appunto, non disperdere un capitale così importante, c'è stato un cambiamento di rotta. L'appoggio sarà sempre la squadra privata, come avverrà in MotoGP con quella di Fausto Gresini, ma impegno e sviluppo saranno ai massimi livelli, con risorse adeguate. Leon Haslam e Jordi Torres, i due nuovi piloti, avranno insomma tutto il necessario a livello tecnico e umano per lottare al vertice. Il che significa che nel reparto corse Aprilia stanno lavorando come matti per preparare la moto che tra meno di un mese scenderà in pista per i primi test, e che domenica 22 febbraio a Phillip Island dovrà essere pronta per la prima sfida del nuovo anno.

I VOSTRI COMMENTI

curricurri64 - 29/12/14

mah,praticamente cosè cambiato? continuano lo sviluppo?già si sapeva,vogliono far credere ke un team privato sia come un ufficiale?

segnala un abuso

robi440 - 27/12/14

Anche se un po' in ritardo...senz'altro un ottima notizia.Peccato per Guintoli,magari con questi programmi sarebbe restato...cmq Lui la sua grande occasione l'ha sfruttata...in bocca al lupo ai nuovi piloti e forza Aprilia!

segnala un abuso