Superbike, Sylvain Guintoli: "E' un grande momento"

Il francese ringrazia Aprilia: "Siamo andati bene quando era importante". Sykes: "Deluso, perché ho dato il massimo fino alla fine". Rea: "Domani inizia il 2015"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Superbike, Sylvain Guintoli: "E' un grande momento"

Sylvain Guintoli è il nuovo campione del mondo, ma ancora non ci crede: "Ho pianto tutto il giro d'onore! Quando Sykes era dietro sapevo che avrebbe rischiato tutto per stare con me, ma a metà gara sono andato davvero al limite, girando sul '57... Non avevo mai guidato così prima. Un feeling incredibile! Devo ringraziare tutto il team. Siamo andati bene quando era importante. Questo è un grande momento per me".

Il francese fresco di titolo iridato commenta la sua grande corsa: "A 5-6 giri dalla fine, quando avevo 3 secondi di margine, ho chiuso un po' il gas, ma andavo forte uguale. Ho pensato un po' al mondiale, ma poi sono rimasto concentrato. Dedico la vittoria a mia moglie, per le rotture di scatole di tutta la stagione, per lo stress e la pressione. Tutto questo weekend mi hanno dato, lei e i miei bambini, tanta forza e la stabilità che mi ha aiutato per il finale. Grazie a tutti. Dopo Laguna non potevo fare errori, con 40 punti da recuperare. Qui ho rischiato e penso di aver guidato bene... No, non ho ancora realizzato di essere campione".

Max Biaggi si congratula: "Hai fatto una doppia gara impeccabile. Non ti ho mai visto così aggressivo. Bravo, bravo davvero".

E' allora Tom Sykes che tributa onore al nuovo campione: "Chiaramente è una di quelle gare che vanno così... Non è andata bene gara1 e ci sono stanti un po' di problemi nella stagione. Ma Sylvain ha fatto un lavoro fantastico. Purtroppo su questa pista la sua moto e il suo team hanno fatto un grande lavoro. E' stato più forte e il risultato è questo. Hanno vinto il mondiale, e io sono molto deluso. Ma ci ho provato e ho dato il massimo. Avevamo dei limiti e ho fatto del mio meglio. Sarà un lungo inverno adesso, ma lavorerò per l'anno prossimo...".

Tra i due, sul podio anche Jonathan Rea, che conclude il giro delle interviste: "Ho fatto un ottimo lavoro e ringrazio il team Honda per la moto che mi hanno dato qui. E' un po' triste perché questa è l'ultima festa con loro, poi da domani penseremo al 2015".

TAGS:
Guintoli
SBK
Sykes
Parco chiuso
Campione del mondo
Interviste
Losail
Qatar
Aprilia
Kawasaki
Rea
Honda

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento