Superbike: Marco Melandri trionfa in gara 1 a Jerez

Doppietta Aprilia grazie al 2° posto di Guintoli. Ducati sul podio, ma non con Giugliano che cade. Solo 5° il leader del mondiale, Sykes

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Marco Melandri conquista la vittoria nella prima manche di Jerez, tagliando il traguardo con +1.4 sul compagno di box, Guintoli. Una doppietta Aprilia, con la Ducati di Davies che completa un podio di costruttori italiani. Grande rimonta per Rea che porta la Honda al 4° posto e beffa Sykes (Kawasaki), solo 5° e costretto a gestire gli attacchi di Laverty (Suzuki, 6°). Caduti mentre erano nelle prime posizioni Giugliano (Ducati) e Baz (Kawasaki).

E' una gara tra coraggio, esperienza e strategia, quella messa in pista da Melandri. Il ravennate parte subito all'attacco, con Guintoli lo segue. Ma Baz, Lowes, Sykes e le Ducati scattano altrettanto bene. Tanto che proprio Guintoli sfoggia un colpo di reni degno di una determinazione mondiale, passando subito al comando, mentre Melandri perde qualche posizione. Ritrovandosi poi anche in lotta con Giugliano, in una corsa dal ritmo intenso e veloce, che obbliga tutti i piloti a guidare sempre al limite. Così a 8 giri dal termine è proprio Giugliano che si allunga con la sua Ducati, perdendo ancora una volta l'anteriore proprio nel momento caldo della sfida. In una curva che due giri dopo tradisce anche Lowes. Ma il colpo di scena arriva con la scivolata di Baz! Il poleman francese si ritrova a fare l'equilibrista sulla sua Kawasaki, che si scompone durante la bagarre con Melandri. Loris gira esterno tenendo i freni in mano a centro curva, ma non c'è più niente da fare e la ZX-10R si sdraia inesorabilmente. E' dunque Melandri che trova un passo insostenibile per tutti gli altri e, con gomme finite, recupera posizioni fino a riprendere Guintoli. Marco passa senza esitazione, andando in fuga fino alla bandiera a scacchi del traguardo. Nel mondiale Sylvain rimonta e si porta a -35 da Sykes, che resta al comando con 336 punti.

LA CLASSIFICA

1. Melandri (Aprilia) 20 giri/88.460 km in 34'20.164 media 154.578 km/h; 2. Guintoli (Aprilia) 1.397; 3. Davies (Ducati) 4.283; 4. Rea (Honda) 5.705; 5. Sykes (Kawasaki) 6.979; 6. Laverty (Suzuki) 7.342; 7. Haslam (Honda) 14.868; 8. Elias (Aprilia) 23.853; 9. Salom (Kawasaki) 25.886; 10. Barrier (BMW) 26.536; 11. Guarnoni (Kawasaki) 41.308; 12. Andreozzi (Kawasaki) 46.672; 13. Morais (Kawasaki) 48.742; 14. Canepa (Ducati) 50.131; 15. Corti (MV Agusta) 1'03.677; 16. Rizmayer (BMW) 1'14.881; 17. May (EBR) 1'22.832; 18. Toth (BMW) 1'35.170; RT. Yates (EBR); RT. Baz (Kawasaki); RT. Lowes (Suzuki); RT. Giugliano (Ducati); RT. Staring (Kawasaki).

TAGS:
SBK
Jerez
Aprilia
Kawasaki
Sykes
Melandri
Guintoli
Baz
Giugliano
Ducati
Honda Rea
Davies
Gara1

I VOSTRI COMMENTI

meteor02 - 08/09/14

o bella???? stranamente ora marco DEVE AIUTARE IL SUO COMPAGNO ????? ma come mai quando era casey a dover aiutare dany i commenti erano l'opposto? forse a honda nn avrebbe fatto comodo il mondiale 2012??? mha come sempre 2 pesi e 2 misure a seconda dell'tifo.

segnala un abuso

rossonerisiamnoi - 07/09/14

Dominio Aprilia, bravo Davies a portare a podio la Ducati, mentre Giuliano butta via un'altra gara, come Baz
Gara opaca di Sykes, chissà se ha avuto problemi con la gomma

segnala un abuso

robi440 - 07/09/14

Riguardo al fatto del gioco di squadra...personalmente,io al posto di Marco,aiuterei Guintoli a vincere il titolo...ma capisco che x l'Aprilia sia difficile(o impossibile) imporre a un pilota"blasonato" come Melandri di farlo..dietro ci sono interessi(e sponsor) oltre l'egoismo del pilota...cmq confido che Guintoli ci riesca con le proprie forze.

segnala un abuso

robi440 - 07/09/14

Bella doppietta Aprilia....Bravo Melandri...ma Grande gara anche di Guintoli,che mi è parso piu' "cattivo" del solito specialmente all' inizio...ha recuperato un po' di punti a un Sykes "guardigo" che penso stia cercando di amministrare il suo vantaggio,correndo meno rischi possibili.Ottimo podio x Davies! Giugliano deve ancora capire quale è il limite...

segnala un abuso

ceccorapo - 07/09/14

L'unica spiegazione plausibile,a parte il fatto che Melandri è andato fortissimo e ha meritato la vittoria, è che Aprilia non vuole vincere il mondiale perchè non rimarrà ufficialmente in SBK,altrimenti Sylvain avrebbe 15-20 punti in più e il campione Kawa superTom salirebbe sulla moto con le puntine sotto il sedere!

segnala un abuso