Superbike, Laguna Seca: Tom Sykes torna in vetta nel secondo turno

Nelle prove libere migliorano le Ducati, con Davies 2° e Giugliano 6°. Le Aprilia tengono il passo: Melandri è 3° davanti a Guintoli che lo marca stretto

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Sykes foto IPP

Tom Sykes firma il secondo turno di prove libere a Laguna Seca, girando in 1:23.462. L'inglese della Kawasaki precede la Ducati di Davies (+0.154), poi le Aprilia di Melandri (+0.283, 3°) e Guintoli (+0.399). Più staccata la Suzuki di Laverty (+0.621), mentre risale rispetto alla prima sessione Giugliano (Ducati, +0.650), 6° davanti a Rea (Honda, +0.852) ed Elias (Aprilia, +0.940). Chiudono la top ten Haslam (Honda) e Baz (Kawasaki).

Con la pista in temperatura, l'alfiere della Kawasaki non si è fatto pregare ed è tornato a prendersi la vetta della classifica. Ben 41 giri per Tom, che si è visto in scia un inedito quanto tonico Davies, che dopo 35 giri non ha mai mollato la presa della verdona. Con la complicità di una Ducati in buonissima forma, che ha mostrato una crescita interessante anche con Giugliano. Infatti, dopo i problemi tecnici della mattinata, Davide ha trovato una sesta piazza che fa morale.

Nel mezzo le due Aprilia di Melandri e Guintoli, più la Suzuki di Laverty. Detto che al venerdì capita alla GSX-R1000 di essere molto performante, ma sono le RSV4 Factory ad aver mostrato una regolarità, e un'efficacia, molto importante. 43 giri per Marco, contro 36 per Sylvain, che ha dovuto mollare suo malgrado la leadership conquistata in mattinata. Mentre è emerso qualche affanno per le Honda di Rea e Haslam, che insieme ad Elias, sono andate oltre gli 8 decimi e mezzo dalla vetta.

E' però andata peggio a Baz, che ha accumulato ben +1"2 di ritardo. Un po' troppo in confronto alla ZX-10R gemella che guida la classifica, ma dalla sua il giovane francese non può certo vantare la stessa esperienza del compagno di box... Convincente, infine, Canepa, che si conferma miglior EVO in pista: a +1.6 dai primi, si aggiudica il 12° posto davanti proprio ai diretti rivali Salom e Barrier.

SBK, LAGUNA SECA - I TEMPI DELLA FP2

1. Sykes (Kawasaki) 1'23.462 average 155.712 kph; 2. Davies (Ducati) 1'23.616; 3. Melandri (Aprilia) 1'23.745; 4. Guintoli (Aprilia) 1'23.861; 5. Laverty (Suzuki) 1'24.083; 6. Giugliano (Ducati) 1'24.112; 7. Rea (Honda) 1'24.314; 8. Elias (Aprilia) 1'24.402; 9. Haslam (Honda) 1'24.410; 10. Baz(Kawasaki) 1'24.692; 11. Lowes (Suzuki) 1'24.906; 12. Canepa (Ducati) 1'25.113; 13. Salom (Kawasaki) 1'25.331; 14. Barrier (BMW) 1'25.399; 15. Iddon(Bimota) 1'25.606; 16. Andreozzi (Kawasaki) 1'25.695; 17. Badovini (Bimota) 1'26.038; 18. Staring (Kawasaki) 1'26.061; 19. May (EBR) 1'26.575; 20. Camier(MV Agusta) 1'26.595; 21. Morais (Kawasaki) 1'26.617; 22. Guarnoni (Kawasaki) 1'26.695; 23. Pegram (EBR) 1'27.027; 24. Yates (EBR) 1'27.195; 25. Sebestyen (BMW) 1'27.226; 26. Ulrich (Honda) 1'27.718; 27. Rizmayer (BMW) 1'28.236.

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

SBK: chi conquisterà la Superpole di Laguna Seca?

TAGS:
SBK
Aprilia
Laguna Seca
Melandri
Guintoli
Sykes
Kawasaki
Prove Libere

I VOSTRI COMMENTI

ROBERTO RSM - 12/07/14

Murano augura di cadere ad un pilota e la redazione pubblica......

segnala un abuso