Superbike, Giugliano beffa Sykes e Melandri

Il pilota Ducati è il più veloce nelle prove libere di Misano

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Zampata Ducati nel finale della seconda sessione di prove libere della tappa di Misano del Mondiale Superbike. Davide Giugliano ha beffato Sykes e Melandri, chiudendo con il miglior tempo di 1'36"370. Il pilota romano ha tolto il primo posto a Sykes (Kawasaki) e Melandri (Aprilia), secondo e terzo a poco più di un decimo. Davies (Ducati) e Baz (Kawasaki) occupano la quarta e quinta posizione con la Suzuki di Lowes sesta davanti a Guintoli.

La sessione è stata interrotta a 12'20" dalla fine a causa di un problema tecnico alla MV Agusta dello svizzero Savary e poco dopo per l'olio lasciato in pista dalla Ebr di Yates. Una doppia interruzione che non ha impedito ai piloti di migliorare i propri crono nei minuti finali. Minuti finali che hanno regalato scintille, con i primi sette piloti capaci di scendere sotto il muro dell'137". E alla fine a spuntarla è stato Giugliano con una Ducati a suo agio sulla pista intitolata a Simoncelli. Dopo le sofferenze di Sepang, qui sia lui sia Davis potrebbero finalmente lottare per la vittoria sino alla fine. Anche perché sembrava che l'Aprilia potesse ripetere la doppietta malese e invece solo Marco Melandri è stato in grado di confermarsi nella sessione pomeridiana, mentre Guintoli ha incontrato qualche problema in più. Certo, bisognerà stare attenti a Tom Sykes, che, nonostante il polso destro dolorante per l'incidente con Baz due settimane fa, si è confermato l'uomo da battere. Ancora problemi, invece, per la Honda, con Jonathan Rea solo ottavo quando a Imola sembrava che avesse trovato la strada giusta per stare costantemente nelle posizioni di vertice. Bravo Niccolò Canepa (Ducati), 12° e migliore delle EVO, appena davanti ad Ayrton Badovini (Bimota) e Claudio Corti (MV Agusta). Buon rientro per Sylvain Barrier (Bmw), 20° e virtualmente qualificato per la Superpole, in attesa del terzo turno di prove libere. Tra i primi venti anche Matteo Baiocco e Ivan Goi, wild card con la Ducati. Il sostituto di Scassa, Riccardo Russo, ha chiuso 25°.

LA CLASSIFICA COMBINATA DELLE LIBERE

1. Giugliano (Ducati) 1'36.370 media 157.867 km/h; 2. Sykes (Kawasaki) 1'36.497; 3. Melandri (Aprilia) 1'36.500; 4. Davies (Ducati) 1'36.636; 5. Baz (Kawasaki) 1'36.661; 6. Lowes (Suzuki) 1'36.698; 7. Guintoli (Aprilia) 1'36.860; 8. Rea (Honda) 1'37.024; 9. Laverty (Suzuki) 1'37.149; 10. Elias (Aprilia) 1'37.234; 11. Haslam (Honda) 1'37.352; 12. Canepa (Ducati) 1'37.931; 13. Badovini (Bimota) 1'38.241; 14. Corti (MV Agusta) 1'38.393; 15. Salom (Kawasaki) 1'38.664; 16. Foret (Kawasaki) 1'38.709; 17. Morais (Kawasaki) 1'38.712; 18. Baiocco (Ducati) 1'38.717; 19. Goi (Ducati) 1'38.762; 20. Barrier (BMW) 1'39.081; 21. Iddon (Bimota) 1'39.214; 22. Guarnoni (Kawasaki) 1'39.215; 23. Andreozzi (Kawasaki) 1'39.435; 24. Staring (Kawasaki) 1'39.635; 25. Russo (Kawasaki) 1'39.729; 26. Toth (BMW) 1'40.239; 27. Sebestyen (BMW) 1'41.777; 28. Yates (EBR) 1'42.162; 29. May (EBR) 1'42.634; 30. Savary (MV Agusta) 1'43.187.

TAGS:
Superbike
Misano
Melandri
Guintoli
Aprilia
Kawasaki
Ducati
Sykes

I VOSTRI COMMENTI

maxeem - 21/06/14

curioso di vedere che combina melandri...

segnala un abuso

robi440 - 20/06/14

Mi gioco la vittoria di una Ducati in una manche....occhio a Davies .

segnala un abuso