Superbike, Assen: Rea vince una gara2 lampo dopo il diluvio

Lowes porta la Suzuki al 2° posto. Giugliano completa il podio. Melandri pasticcia nella lotta con il ducatista e chiude 6°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Jonathan Rea regala la vittoria alla Honda, vincendo gara2 ad Assen. Corsa ridotta a soli 10 giri dopo la sospensione per pioggia. Sul podio Lowes 2° con la Suzuki e Giugliano, 3° su Ducati. Beffato Sykes (Kawasaki) solo 4° che precede Haslam (Honda). Chiude 6° Melandri (Aprilia) dopo un dritto mentre era in lotta per il podio. Baz (Kawasaki) 7° davanti a Davies (Ducati). Caduto, ma 9° Guintoli (Aprilia) davanti a Canepa (Ducati EVO).

IngrandisciDisattiva slideshow
Foto 1

Foto 2

Foto 3

Foto 4

Foto 5

Foto 6

Foto 7

Foto 8

Foto 9

Foto 10

Foto 11

Foto 12

Foto 13

Foto 14

Foto 15

Foto 16

Foto 17

Foto 18

Foto 19

Foto 20

Foto 21

Foto 22

Foto 23

Foto 24

Foto 25

Foto 26

Foto 27

Foto 28

Ufficio Stampa

Foto 29

Ufficio Stampa

Foto 30

Ufficio Stampa

Foto 31

Ufficio Stampa

Foto 32

Ufficio Stampa

Foto 33

Ufficio Stampa

Foto 34

Ufficio Stampa

Foto 35

Ufficio Stampa

Foto 36

Ufficio Stampa

Foto 37

Ufficio Stampa

Foto 38

Ufficio Stampa

Foto 39

Ufficio Stampa

Foto 40

Ufficio Stampa

Foto 41

Ufficio Stampa

Foto 42

Ufficio Stampa

Foto 43

Foto 44

    Gara lampo di 10 giri soltanto, che si apre con una grande partenza di Rea. L'inglese della Honda si porta al comando davanti a Sykes, a sua volta marcato stretto dalle Aprilia di Melandri e Guintoli. Ed è il francese che non aspetta e infila la Kawasaki del campione del mondo, prendendosi la seconda piazza e andando alla caccia del leader della corsa. Un'esuberanza che, però, punisce Sylvain, che nel cambio di direzione perde il posteriore e viene lanciato nella via di fuga. Un salto che non demoralizza Guintoli, tornato stoicamente in pista 18°. Dietro, Giugliano in quinta piazza lotta con Lowes, che lo passa! Davide resta quindi in lotta con Baz e Davies, mentre cade Elias.

    Rea prende il largo. Sykes invece prova a difendere il 2° posto facendo l'equilibrista, con Lowes che gli arriva in scia, tirandosi dietro Melandri e Giugliano. Il pilota della Suzuki è scatenato, spinge forte e riesce infilare Tom. Manovra imitata anche da Marco e Davide. Così Sykes si trova in quinta piazza con Baz alle sue spalle. Tre giri al termine a Giugliano sale virtualmente sul podio passando Melandri e firmando anche il giro veloce. Cade intanto Corti con la MV Agusta F4.

    E' un finale ad eliminazione: cadono Camier e Lavery. Difende la terza posizione Giugliano in lotta con Melandri, che però pasticcia e finisce lungo in staccata. Ma la bandiera a scacchi sta già sventolando per Rea che vince e porta la CBR1000RR sul gradino più alto, davanti ad uno spettacolare Lowes che riporta sul podio la Suzuki. Tris completato dalla Ducati di Giugliano, che tiene giù dal podio Sykes. L'inglese però resta leader del mondiale con 108 punti davanti a Guintoli (96 punti), che stoicamente chiude con un bel 9° posto, nonostante la violenta caduta inziale. Infine, col 7° posto, Baz resiste in scia dei primi due nella classifica iridata.

    LA CLASSIFICA DI GARA2

    1. Rea (Honda) 10 giri/45.420 km in 19'09.464 media 142.251 km/h; 2. Lowes (Suzuki) 2.222; 3. Giugliano (Ducati) 4.955; 4. Sykes (Kawasaki) 13.089; 5. Haslam (Honda) 13.639; 6. Melandri (Aprilia) 18.041; 7. Baz (Kawasaki) 21.837; 8. Davies (Ducati) 26.919; 9. Guintoli (Aprilia) 32.766; 10. Canepa (Ducati) 37.965; 11. Bos (Honda) 44.141; 12. Scassa (Kawasaki) 1'23.769; 13. Morais (Kawasaki) 1'45.062; 14. Fabrizio (Kawasaki) 1 Lap; 15. Salom (Kawasaki) 1 Lap; 16. Toth (BMW) 1 Lap; RT. Laverty (Suzuki); RT. Corti (MV Agusta); RT. Camier (BMW); RT. Andreozzi (Kawasaki); RT. Elias (Aprilia); RT. Foret (Kawasaki); RT. Guarnoni (Kawasaki); SH. Iddon (Bimota) 1'12.574; SH. Badovini (Bimota).

    DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

    Sbk: Guintoli vince, Melandri arranca. L'Aprilia deve puntare sul francese?

    TAGS:
    Superbike
    SBK
    Ducati
    Aprilia
    BMW
    Kawasaki
    Honda
    Suzuki
    Bimota
    MV Agusta
    F4 RR
    CBR1000RR
    GSX R1000
    1199R Panigale
    EBR 1199 RX
    BB3
    EVO
    RSV4 1000 Factory
    S1000RR HP4
    ZX 10R
    Eugene Laverty
    Marco Melandri
    Tom Sykes
    Davide Giugliano
    Chaz Davies
    Jonathan Rea
    Leon Haslam
    Leon Camier
    Michel Fabrizio
    Ayrton Badovini
    Niccolò Canepa
    Max Neukirchner
    Derivate di serie
    Althea Racing
    Crescent Suzuki
    Team Pedercini
    Alstare
    Claudio Corti
    Kawasaki Racing
    Luca Scassa
    Alex Lowes
    Yakhnich
    Grillini
    Toth
    Hero EBR
    Yates
    May
    Motori BMW

    I VOSTRI COMMENTI

    curricurri64 - 28/04/14

    belle gare,peccato il tempo.e anche x guintoli,complimenti anche x la mega gufata in diretta."guardate guintoli!sembra che per lui nn sia bagnato" eeeops via col liscio.

    segnala un abuso

    maxeem - 28/04/14

    certo che la sbk regala spettacolo e credo che con le evo aumentera pure!! peccato per la caduta di guintoli avrebbe fatto doppiettà ieri. melandri malissimo visto che guida una motogp!! mi piace molto la grinta di giugliano bene tutto sommato anche le kawa!!

    segnala un abuso

    Mr SBK - 27/04/14

    Cavolo, non ci voleva proprio questo tempo.

    Bene Giugliano che senza l'errore in gara 1 avrebbe potuto fare bene e Tom concreto, senza correre troppi rischi.

    A parte Laverty, direi che tutti hanno fatto quello che ci si aspettava.

    E comunque vedere per diversi giri 5 marche diverse nei primi 5 posti fa proprio piacere e ben sperare per il futuro

    segnala un abuso

    ROBERTO RSM - 27/04/14

    Piu che per gli errori, Melandri quest'anno pare proprio sotto al proprio standard; magari non dava sicurezza e costanza per il Mondiale; pero' quest'anno mi sembra in situazione ben peggiore! E' proprio lento (vedasi la prima manche)! Anche Laverty e' proprio sotto le aspettative! Sulla pioggia non riesce proprio a stare in piedi....

    segnala un abuso

    kappa2 - 27/04/14

    Bravi Rea e Guintoli a vincere le due gare,ma senza bandiera rossa in gara1 e la pista bagnata in gara2 Tom Sykes oggi avrebbe fatto sicuramente doppietta(troppo forte),deluso da Baz e Melandri ormai si è capito che è si un pilota veloce ma fa troppi errori e non può lottare per il titolo se continua così...grandi Lowes(perché se ci fossero stati altri 2 giri vinceva lui,visto che gudagnava 8 decimi a giro su Rea) e Giugliano deve continuare così

    segnala un abuso

    Paperinik649 - 27/04/14

    Quante cadute. Meno male che la gara è stata sospesa altrimenti sarebbero caduti sicuramente tutti e nessuno sarebbe potuto riapartire.

    Perchè che i giri siano stati ridotti, avevo calcolato 12 giri in caso di ripartenza. Ad ogni modo Guintolì ha salvato ils alvabile, Sykes allunga e contento per Giugliano a podio finalmente.

    segnala un abuso

    robi440 - 27/04/14

    Grande Rea,contento per questo pilota ,che è un simbolo della sbk.Grande pure Lowes,ci fara' divertire in futuro,penso.Bravo pure Giugliano.Melandri c'ha provato,voleva il podio,poteva accontentarsi del 4 senza rischiare,ma tutto sommato ha perso pochi punti e il suo atteggiamento mi è piaciuto.Sykes,concreto.rimane il favorito.Guintoli sfortunato,ma di questa gara rimane il suo bel gesto di alzare il braccio quando era in testa,bravo:) Peccato,x il meteo,sarebbero state 2 gare fantastiche.

    segnala un abuso