Superbike, Aragon: Tom Sykes vince anche in gara2

Grande lotta finale con Baz e Melandri, rispettivamente 2° e 3° sul podio. Giugliano fatica nel finale, 7°. Canepa è 11°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Tom Sykes (Kawasaki) firma la doppietta ad Aragon, vincendo anche gara2, dopo un finale spettacolare con una lotta a tre. Dove Baz si conferma 2° con l'altra Kawasaki, approfittando di un errore di Melandri (Aprilia), in rimonta fino al 3° posto. Guintoli (Aprilia) è 4° davanti a Rea (Honda) e Laverty (Suzuki), che proprio all'ultimo giro beffa Giugliano (Ducati), 7°. Chiudono la top ten Haslam (Honda), Elias (Aprilia) e Salom (Kawasaki EVO).

Partenza fotocopia di gara1 per le Kawasaki, con Sykes subito al comando e Baz in scia. Ma è Rea che si prende il terzo posto seguito da Giugliano. Tenta la rimonta di Melandri che si porta in quinta piazza, infilando proprio Giuntoli. Ma è Davies che scala le posizioni più velocemente e in poche curve passa entrambe le RSV4 Factory, a cui si accoda anche quella di Elias. Ai margini della top ten Haslam resiste agli attacchi della Suzuki Laverty, mentre Lowes finisce a terra. Imitato poco dopo proprio da Davies, che esagera e carambola nella via di fuga con la sua Panigale 1199R.

Dopo 7 giri Melandri trova lo spunto buono per infilare Giugliano e portarsi appena sotto il podio. Allo stesso modo dalle retrovie torna a farsi vedere Laverty, che con la Suzuki guadagna la settima piazza, dopo essersi liberato facilmente di Elias ed Haslam. Mentre Camier con la BMW è 10°, in lotta con Canepa su Ducati e Salom su Kawasaki, tutti con le EVO. Ed è proprio la verdona giapponese che infila la rossa italiana e va all'attacco della blu tedesca. Perde intanto, inesorabilmente, terreno Giugliano che si vede passare anche da Guintoli.

Cade Guarnoni. Davanti Melandri passa Rea e sale virtualmente sul podio. Mentre Baz prova a prendere la scia di Sykes, che non riesce a scappare come in gara1. Rea intanto soccombe all'attacco di Guintoli, che lo passa in fondo al rettilineo. Ma sono i primi tre a regalare spettacolo negli ultimi giri. Baz sferra l'attacco a Sykes, che però è bravo a girare stretto e restare al comando. Il francese apre suo malgrado un varco in cui si infila lesto Melandri, che si prende il 2° posto. Loris non ci sta e spreme il gas per riprendere l'Aprilia.

Sono le ultime curve, Melandri ci prova e al rampino a sinistra si butta dentro, ma va largo. E' quello che vuole il duo sulle ZX-10R che approfitta per andare a tagliare il traguardo davanti all'Aprilia. Quindi doppietta di Sykes e giornata trionfale per la Kawasaki, grazie a Baz ancora 2°. Un centro che vale anche la testa della classifica mondiale, con 75 punti per Tom e 71 per Loris. Marco è 3° dopo una bella rimonta, davanti al compagno di box Guintoli. Mentre la Ducati di Giugliano si deve piegare anche alla Suzuki di Laverty, 6°. Strepitoso esordio della Bimota con Ayrton Badovini che ha chiuso due volte in zona punti, anche se di punti non ne prenderà fino a quando non verranno prodotte almeno le 125 BB3 stradali previste dal regolamento.

Risultati: 1. Sykes (Kawasaki) 17 giri/90.848 km in 33'37.223 media 162.130 km/h; 2. Baz (Kawasaki) 0.338; 3. Melandri (Aprilia) 0.470; 4. Guintoli (Aprilia) 5.429; 5. Rea (Honda) 8.861; 6. Laverty (Suzuki) 15.986; 7. Giugliano (Ducati) 18.206; 8. Haslam (Honda) 25.513; 9. Elias (Aprilia) 25.823; 10. Salom (Kawasaki) 38.949; 11. Canepa (Ducati) 39.413; 12. Camier (BMW) 41.486; 13. Morais (Kawasaki) 1'02.587; 14. Scassa (Kawasaki) 1'09.720; 15. Foret (Kawasaki) 1'14.046; 16. Andreozzi (Kawasaki) 1'14.233; 17. Yates (EBR) 1'35.195; 18. Toth (BMW) 1'37.781; 19. Sebestyen (BMW) 1'54.547; 20. May (EBR) 1'57.166; RT. Fabrizio (Kawasaki); RT. Guarnoni (Kawasaki); RT. Corti (MV Agusta); RT. Davies (Ducati); RT. Lowes (Suzuki); EX. Badovini (Bimota) 40.915; EX. Iddon (Bimota).

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

Superbike: Melandri tenta il sorpasso per la vittoria, ma sbaglia. Ha fatto bene a provarci?

TAGS:
Superbike
SBK
Ducati
Aprilia
BMW
Kawasaki
Honda
Suzuki
Bimota
MV Agusta
F4 RR
CBR1000RR
GSX R1000
1199R Panigale
EBR 1199 RX
BB3
EVO
RSV4 1000 Factory
S1000RR HP4
ZX 10R
Eugene Laverty
Marco Melandri
Tom Sykes
Davide Giugliano
Chaz Davies
Jonathan Rea
Leon Haslam
Leon Camier
Michel Fabrizio
Ayrton Badovini
Niccolò Canepa
Max Neukirchner
Derivate di serie
Althea Racing
Crescent Suzuki
Team Pedercini
Alstare
Claudio Corti
Kawasaki Racing
Luca Scassa
Alex Lowes
Yakhnich
Grillini
Toth
Hero EBR
Yates
May
Motori BMW

I VOSTRI COMMENTI

curricurri64 - 14/04/14

devo dire anche bravo a guido meda,bella telecronaca.senza riferimenti amorosi con piloti,fa una cronaca vivace ed equilibrata.max migliora,sempre preciso nei commenti.
la gara delle telecronache la do a mediaset
di sky salvo solo il grande sankio.

segnala un abuso

curricurri64 - 14/04/14

bella gara,come sempre la sbk, tom vero riferimento della categoria,è a un livello che può fare quel che vuole,
melandri troppo altalenante,nn sono d accordo con chi dice che ha fatto bene a provarci,era troppo lontano,troppo pericoloso x gli altri.queste manovre le fa troppo spesso,sognava l aprilia mgp,ma una volta avuta bisogna saperla mandare.

segnala un abuso

ROBERTO RSM - 14/04/14

Se non ci fosse Melandri il forum andrebbe deserto......Bravo o non bravo almeno ha animato la seconda manche! Non vince il Mondiale? Bene cosi' avete qualcosa da scirvere.....

segnala un abuso

murano35 - 14/04/14

Povero Melandri...non vicerà mai un cavolo...troppo scarso...non ti basta la moto di Max Biaggi per vincere ...non vali il suo scarpino...Max stravinceva col numero 3 in carena...Melandri pensava che con du tre 33 di vincere di più...sveglia Macho...non è il numero ...ma i numeri...e se guardate il palmares dei due capirete il perchè...

segnala un abuso

meteor02 - 14/04/14

gitstoner ..........
con quale moto ?
nn guida micca il nuovo riferimento della categoria....
mi pare che max nella stessa pisa all ultima stagione fece un 4 ed un 8 nn molto distante dai risultati di macio, dagli tempo è solo alla 2° gara su quella moto e qualche tempo di adattamento lo si deve lasciare anche a lui, anche max che forse era piu talentuoso di macio ha perso mondiali guidando aprilia e alla 1° stag fece "solo" una vittoria e 8 podi

segnala un abuso

eudefumi - 14/04/14

Ma l'Aprilia quando non la guidava lui non era un prototipo??????????

segnala un abuso

gitstoner .......... - 14/04/14

melandri è imbarazzante con quella moto dovrebbe essere l uomo da battere...

segnala un abuso