Superbike: Tom Sykes firma la Superpole di Aragon

Baz (Kawasaki) e Guintoli (Aprilia) in prima fila, mentre Giugliano (Ducati) è 4°. Solo 7° Melandri

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Superbike: Tom Sykes firma la Superpole di Aragon

Tom Sykes (Kawasaki) si conferma leader della Superpole, firmando il giro veloce nella qualifica di Aragon, in 1:56.479. Il campione del mondo tiene dietro l'altra ZX-10R di Baz, +0.196, e l'Aprilia RSV4 Factory di Guintoli (+0.290). Resta in seconda fila Giugliano (Ducati 1199R, +0.346) davanti a Rea (Honda CBR1000RR, +0.493) e Davies (Ducati, +0.498). Terza linea invece per Melandri (Aprilia, +0.584) che precede le Suzuki di Laverty e Lowes.

Superpole Aragon 2014

La SP1 inizia col botto. Nel senso che la frizione della Kawasaki EVO di Guarnoni esplode, inondando il rettilineo di olio e andando a colpire la tabella dei tempi esposta dal muretto. Demolendola e facendo spaventare il meccanico, nonché l'incolpevole pilota francese. Una ventina di minuti di bandiera rossa per ripulire la pista, poi tutti dentro per giocarsi i due posti liberi nella SP2. Colpo che riesce ad Elias e Camier, rispettivamente su Aprilia e BMW EVO. Primo dei beffati Canepa, davanti a Salom. Ben piazzati nonostante le moto "esordienti", Badovini 15° con la Bimota BB3 EVO seguito dalla MV Agusta F4 di Corti. Solo 19° Fabrizio con la Kawasaki EVO.

Fila liscia invece la partenza della SP2, anche se nelle prime fasi scivola Haslam. Mentre le Ducati di Davies e Giugliano si portano al comando davanti all'Aprilia di Guintoli. Giri veloci per tutti, con Sykes e Melandri che però restano rispettivamente al 6° e 7° tempo, apparentemente un po' in difficoltà. Dentro ai box per il cambio gomme e poi di nuovo tutti in pista. Ma è proprio Davies che esagera e cade negli ultimi minuti. Scivola anche Camier, ma intanto sotto la bandiera a scacchi si scatena l'inferno. E' infatti Baz che spara il suo tempone precedendo Guintoli e Giugliano che già avevano fatto bene. Ma il re della Superpole è sempre lui: Tom Sykes che stampa 1:56.479 e si prende la vetta della classifica. Resta invece in terza fila Melandri, che non ingrana in questa seconda Superpole dell'anno e dovrà provare a rifarsi in corsa.

TAGS:
Superbike
SBK
Ducati
Aprilia
BMW
Kawasaki
Honda
Suzuki
Bimota
MV Agusta
F4 RR
CBR1000RR
GSX R1000
1199R Panigale
EBR 1199 RX
BB3
EVO
RSV4 1000 Factory
S1000RR HP4
ZX 10R
Eugene Laverty
Marco Melandri
Tom Sykes
Davide Giugliano
Chaz Davies
Jonathan Rea
Leon Haslam
Leon Camier
Michel Fabrizio
Ayrton Badovini
Niccolò Canepa
Max Neukirchner
Derivate di serie
Althea Racing
Crescent Suzuki
Team Pedercini
Alstare
Claudio Corti
Kawasaki Racing
Luca Scassa
Alex Lowes
Yakhnich
Grillini
Toth
Hero EBR
Yates
May
Motori BMW

I VOSTRI COMMENTI

marco_lag70 - 13/04/14

complimenti!!! una bellissima moto come la RSV4 ...com'è finita!!! Ovviamente Dall'Igna è liberissimo di fare le sue scelte, come chiunque....ma avrebbero potuto fare di più in casa Aprilia per tenerselo stretto!

segnala un abuso

8volante - 12/04/14

Bravo Tom che si e' messo il numero 1 sulla carena!!!!!

segnala un abuso