Superbike: le pagelle di Phillip Island

I voti ai protagonisti dopo la prima tappa del Mondiale

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

LUCA BUDEL

Foto Ufficio Stampa

Eugene Laverty – voto 9 
Battezza la prima manche con la Suzuki, mettendo in pista i numeri migliori del repertorio. Poi la Suzuki lo frega in gara 2 confermandosi moto fragile. Le ambizioni iridate di Eugene dovranno confrontarsi proprio con l’affidabilità del mezzo.

Sylvain Guitoli – voto 8 
Ha praticamente fotocopiato l’avvio di stagione del 2013 e si ritrova in testa al mondiale. Una bella risposta a chi lo considerava un mezzo pilota che non meritava di restare all’Aprilia per clausole contrattuali mentre Laverty restava a spasso. 

Marco Melandri – voto 6
Ha preso il posto di Laverty e ha beccato da Guintoli. E’ lui il primo a riconoscere una partenza sotto traccia in attesa di occasioni migliori cercando di limare la propensione all’errore. Bella comunque la rimonta in gara 2.

Davide Giugliano – voto 8
Con lui in sella la Panigale si è trasformata da zucca a splendida carrozza. Certo, è merito del lavoro dei tecnici Ducati, ma Davide si è esibito in due prove senza errori amministrando moto e gomme. La metamorfosi da cicala a formica operosa è quasi completa.

Loris Baz – voto 7,5
Per una volta l’anima lunga ha messo la divisa del numero 1 della Kawasaki. Secondo nel mondiale dopo l’avvio non è male per questo ragazzo che l’anno scorso ha rischiato la schiena e si ritrova in casa un fenomeno come Tom Sykes.

Chaz Davies – voto 6
Alle prese con la Ducati è decisamente meno brillante di Giugliano, ma passare dalla BMW alla Panigale non è la cosa più facile del mondo. Il meglio lo ha dato in gara 2. Ora aspetta Aragon che è come se fosse il suo parco giochi.

Tom Sykes – voto 5
Siamo sotto la sufficienza perché trattasi di campione del mondo. In Australia è sembrato un pochino spento dando segnali di risveglio nella seconda manche chiusa sul podio. Lascia Phillip Island con 3 punti in più rispetto all’anno scorso quando aveva però corso in pessime condizioni fisiche.

TAGS:
Superbike
Philipp Island
Pagelle

I VOSTRI COMMENTI

maxeem - 07/03/14

melandri secondo me è troppo incostante, riesce a fare gare bellissime (alla rossi) a lui piace la bagarre, e poi buttare tutto nella gara dopo, cosi è difficile arrivare in alto!!! biaggi aveva più "testa" e quando ha avuto una buona moto l'ha portata a vincere!!!

segnala un abuso

Paperinik649 - 06/03/14

Dovreste aggiornare di più il sito ci sono tante notizie di SBK da dare in questo periodo in cui non ci sono gare.

segnala un abuso

Mr SBK - 05/03/14

Per quanto riguarda Melandri, viene visto da molti come un Biaggino, cioè lamentoso e sempre con qualcosa che non va. Con l'aggravante che non ha vinto come Biaggi. Una guida molto aggressiva e che personalmente mi piace molto, contrariamente ad uno stile molto più pulito e redditizio di Max ma molto, troppo, soggetta a fattori esterni

segnala un abuso

Mr SBK - 05/03/14

Più che sembra, c'è il via libera per la Bimota. Hanno completamente rvisto i numeri di pezzi da produrre per avere l'omologazione e Batta lo rivedremo finalmente ad Aragon. Non c'è ancora ovviamente la conferma ufficiale ma ufficiosa. E un contratto quinquennale

segnala un abuso

curricurri64 - 05/03/14

melandri è un pilota molto alterno,ci sono gare dove guida pulito e aggressivo che mi esaltano e altre dove fa delle cose da dilettante.dovrebbero impedirgli di lasciare interviste.cmq nella mia testa rimane il pilota che tento di vincere un mondiale alla capirossi,x quei fatti hanno perso entrambi la mia stima.

segnala un abuso

curricurri64 - 05/03/14

sembra che ci sia il via libera x batta e la bimota.speriamo,un altra casa italiana(con propietari svizzeri)
ormai abbiamo regalato tutto.

segnala un abuso

Mr SBK - 02/03/14

ROBERTO RSM, come sei giunto a partorire questa perla di saggezza?

segnala un abuso