Superbike, Guintoli beffa gli italiani in Superpole a Phillip Island

Il francese dell'Aprilia davanti alla Ducati di Giugliano e all'altra RSV4 di Melandri. Solo ottavo Sykes

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Giugliano, Guintoli e Melandri

Italia grande protagonista nelle qualifiche del primo round del Mondiale Superbike. A Phillip Island la Superpole se l'è aggiudicata il francese Sylvain Guintoli, che ha portato la sua Aprilia davanti a tutti in 1'30"038, nuovo best lap del circuito australiano. Staccato di un solo decimo Davide Giugliano con la Ducati, mentre completa la prima fila Marco Melandri con l'altra RSV4 ufficiale. Solo ottavo il campione del mondo Sykes (Kawasaki). 

Il britannico è stato vittima di una caduta, fortunatamente senza conseguenze, alla curva 9, a due minuti dalla fine. Parla inglesela seconda fila, da cui partiranno i due portabandiera Suzuki, Eugene Laverty e Alex Lowes, affiancati da Jonathan Rea (Honda). In terza fila ci sono le due ZX10-R di Loris Baz e Tom Sykes, oltre all'altra Honda di Leon Haslam, che dopo un’incoraggiante Superpole 1, non è riuscito a migliorare in maniera significativa la sua prestazione nella sessione successiva, chiudendo così 9°. Grande entusiasmo per le ben due moto EVO che si sono date battaglia insieme alle altre Superbike per qualificarsi in questa Superpole dal nuovo formato: Niccolò Canepa (Ducati) si è piazzato 10°, dopo essersi guadagnato l'accesso diretto alla Superpole 2 grazie al l'ottimo 6° posto assoluto, ottenuto al termine delle tre sessioni di prove libere. David Salom, a cui è affidata la terza moto, nonché unica Evo, del Kawasaki Racing Team partirà 12°, dopo aver fatto segnare il secondo miglior tempo nella Superpole 1. Bene anche la debuttante MV Agusta, portata a un promettente 14° posto da Claudio Corti.

In Supersport la pole è andata al turco, grande favorito per il titolo, Kenan Sofuoglu (Kawasaki) che ha preceduto l'olandese Michael van der Mark (Honda) e il nostro Roberto Tamburini (Kawasaki). Sesta la MV Agusta del russo Vladimir Leonov.

I TEMPI DELLA SUPERPOLE 2

1. Guintoli (Aprilia) 1'30.038 media 177.725 km/h; 2. Giugliano (Ducati) 1'30.135; 3. Melandri (Aprilia) 1'30.332; 4. Laverty (Suzuki) 1'30.385; 5. Lowes (Suzuki) 1'30.421; 6. Rea (Honda) 1'30.660; 7. Baz (Kawasaki) 1'30.796; 8. Sykes (Kawasaki) 1'30.835; 9. Haslam (Honda) 1'31.138; 10. Canepa (Ducati) 1'31.274; 11. Davies (Ducati) 1'31.281; 12. Salom (Kawasaki) 1'31.950.

DITE LA VOSTRA

Superbike, parte il Mondiale 2014: chi lo vincerà?

I VOSTRI COMMENTI

Lenders - 22/02/14

ma avete visto Max Biaggi con il parrucchino ???? ahahahahahahah

segnala un abuso

-roby- - 22/02/14

Ciao a tutti ragazzi, finalmente si ricomincia !!
E sono anche daccordo con tutti voi, la SBK e' meno "tifatta da stadio".
Bene la Ducati(speriamo in tutte le piste),non credo in pochi mesi Dall'Igna possa aver
fatto miracoli..Bene Giuliano,Sykes e' tranquillo in questa occasione ma sara' sempre a podio.Bene Guintoli,sportivo e persona dal carattere d'oro...La Suzuki spero non faccia come con Troy Corser,vi ricordate che esorido? Derapate e traversi,non ce n'era per nessuno!!

segnala un abuso

maxeem - 22/02/14

SBK è per chi ama prima le moto e le gare! Quasi ininfluente chi vince...se si è assistito ad una bella gara...

segnala un abuso

robi440 - 22/02/14

La bellezza della SBK è che,agli appassionati, non importa chi vince...l'importante è lo spettacolo in pista !

segnala un abuso

Ducati4ever - 22/02/14

Finalmente si ricomincia!!! La ducati la vedo in crescita e potrebbe essere un pretendente al podio fisso sopratutto con 2 piloti con attributi! Il mondiale ducati lo aspetto per la prossima stagione, la evo si prende solo 1second. In casa Aprilia Melandri dovrebbe essere più duttile. Io punto su Laverty e Suzuki. Lui ha qualche sassolino da togliersi, la factory sta sviluppando parallalelamente la motogp, passaggio di tecnologie a volontà. Sykes sappiamo chi e. Vorrei un maggior impegno Honda.

segnala un abuso

maxeem - 22/02/14

Grande guintoli si merita tanto questo bravissimo ragazzo. Cm q si preannuncia bella gara su una delle più belle piste del mondo.

segnala un abuso

Paperinik649 - 22/02/14

Sikes domani non cadrà, e sarà competitivo.

Così anche Laverty. Giugliano deve migliorare in gara ed evitare di cadere.

Aspettiamo almeno 2-3 gare per capire a che livello è la Ducati rispetto alle altre moto.

Bene le EVO, specialmente per essere riuscite ad entrare in Q2.

segnala un abuso