Superbike: Lowes il più veloce nelle seconde libere

A Phillip Island Melandri e Giugliano sono vicinissimi

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Marco Melandri

Il Mondiale Superbike è ripartito. Alex Lowes è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere sul circuito di Phillip Island. L'esordiente della Suzuki ha chiuso con il tempo di 1'31.100 beffando Melandri (Aprilia) di 0.037 e Giugliano (Ducati) di 0.100. Pioggia e freddo in Australia e il campione del mondo Sykes (Kawasaki) riparte dal quarto posto. Quinta piazza per Rea (Honda). Dodicesimo Canepa (Ducati), sedicesimo Corti (MV Agusta).

Dopo un primo turno fortemente condizionato dalla pioggia, che ha visto solo pochi piloti in pista, la sessione pomeridiana è stata caratterizzata da una situazione della pista pressoché perfetta, che ha permesso a tutti i protagonisti della competizione di sfruttare al meglio i quarantacinque minuti a loro disposizione. Lowes, rookie dalle grandi aspettative nel Mondiale Superbike, ha preso da subito il comando delle operazioni seguito dal compagno di squadra Laverty, mantenendo la leadership fino alla bandiera a scacchi. Nei minuti finali della sessione, Melandri è riuscito a risalire fino al secondo posto, davanti al connazionale Davide Giugliano (Ducati) ed a Tom Sykes (Kawasaki), anche quest'ultimo in risalita nelle fasi conclusive. Il campione in carica, dopo di un'uscita di pista, ha recuperato subito la concentrazione, riuscendo nel giro successivo a far segnare il suo miglior crono di giornata. Loris Baz, che di Sykes è il compagno di squadra, è invece incappato nella sua terza caduta della settimana, uscendone fortunatamente illeso. Il giovane francese ha concluso ottavo dietro a Leon Haslam (Honda), settimo, a Eugene Laverty (Suzuki) ed a Jonathan Rea, capace di agguantare la top-5 al suo ultimo tentativo disponibile. Chaz Davies (Ducati) è stato protagonista di uno spettacolare highside alla curva 9, a seguito del quale è stato trasportato al centro medico del circuito per controlli. Il vincitore di gara 1 dello scorso anno a Phillip Island, SylvainGuintoli (Aprilia), ha invece completato la top-10. Battaglia a tre per la dodicesima posizione per tre piloti della classe EVO, con Niccolò Canepa (Ducati) che ha avuto la meglio su Fabien Foret (Kawasaki) e David Salom (Kawasaki).

LA CLASSIFICA DELLE PROVE LIBERE

1. Lowes (Suzuki) 1'31.100 media 175.653 km/h; 2. Melandri (Aprilia) 1'31.137; 3. Giugliano (Ducati) 1'31.205; 4. Sykes (Kawasaki) 1'31.395; 5. Rea (Honda) 1'31.436; 6. Laverty (Suzuki) 1'31.448; 7. Haslam (Honda) 1'31.533; 8. Baz (Kawasaki) 1'31.637; 9. Davies (Ducati) 1'31.757; 10. Guintoli (Aprilia) 1'31.759; 11. Elias (Aprilia) 1'32.073; 12. Canepa (Ducati) 1'32.340; 13. Foret (Kawasaki) 1'32.734; 14. Salom (Kawasaki) 1'32.944; 15. Allerton (BMW) 1'33.118; 16. Corti (MV Agusta) 1'33.119; 17. Morais (Kawasaki) 1'33.635; 18. Andreozzi (Kawasaki) 1'33.996; 19. Guarnoni (Kawasaki) 1'34.279; 20. May (EBR) 1'34.640; 21. Toth (BMW) 1'35.117; 22. Walters (Kawasaki) 1'35.810; 23. Yates (EBR) 1'36.338; NC. Sebestyen (BMW) 1'39.076.

TAGS:
Superbike
Phillip Island
Melandri
Aprilia

I VOSTRI COMMENTI

robi440 - 21/02/14

Finalmente si inizia !

segnala un abuso

robytito - 21/02/14

X DUCATI e' troppo presto x giudicare. Questa sembra essere una pista favorevole. Speriamo bene!!APRILIA con questi colori e' fantastica!!

segnala un abuso

Paperinik649 - 21/02/14

Sulla Ducati non mi esprimo aspetto 2-3 gare. Mi aspetto qualcosa di buono dalla Suzuky.

segnala un abuso

meteor02 - 21/02/14

grandecaseypducati
piu che strano direi che bello ed era ora :), ma anche lo scorso anno checa nn era andato male a philip, se nn ricordo male fece la superpole. ora resta da vedere se è philip island che porta bene o se dall ingna ha fatto il miracolo cosa probabile visti i miglioramenti anche in mgp.
a questo punto mi domando se ducati nn poteva liberarsi prima di preziosi e prendersi dall ingna gia nel 2010 mà... staremo a vedere anche questa battaglia tra ing e progettisti.

segnala un abuso

grandecaseypducati - 21/02/14

Ma che strano vedere Giugliano la davanti a mettersi dietro pure la kavasaki del campione del mondo.....eppure la panigale non ha il telaio ,e'tutta da rifare ....

segnala un abuso