Superbike: Tom Sykes in Superpole a Magny-Cours

Più staccate le Aprilia, con Guintoli 2° davanti a Giugliano e Laverty. Retrovie per Melandri, 7°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Sykes best lap foto Kawasaki

In condizioni meteo difficili, bagnato e leggera pioggia, Tom Sykes (Kawasaki) firma la Superpole di Magny-Cours, ottavo centro 2013, girando in 1:38.592. Seguono più staccate le Aprilia di Guintoli (+0.805), poi Giugliano (+1.341) e Laverty (+1.818). Fabrizio è 5° (Honda, +2.272) davanti a Badovini (Ducati, +2.334) e alle BMW di Melandri (+2.769) e Davies (+2.783). Guizzo di Philippe, wild card Suzuki e 9°, mentre cade ancora Pirro (Ducati), 10°.

C'è un inglese, un francese, un italiano e un irlandese... Sembra una barzelletta, invece è il risultato di una Superpole dichiarata bagnata, quindi suddivisa in due sessioni, ma che di fatto è stata corsa in condizioni di asfalto misto. Piuttosto bagnato nella SP1, progressivamente asciutto nella parte centrale della SP2, poi ancora qualche goccia leggera nel finale. Situazione ideale per mettere in mostra il talento di uno specialista del giro veloce, ovvero di Mr.Superpole Tom Sykes. Uno che alle strategie mondiali nemmeno ci pensa, di sabato no di certo, e che spinge forte ogni volta che entra in pista.

Così arrivano gli 8 decimi che tengono ben distante l'inseguitore Guintoli. Il francese di Aprilia, che gioca in casa e deve dare il 110% per riprendersi il titolo. Detto che - ad oggi - l'impresa non sembra affatto facile, matematicamente tutto è ancora possibile. Intanto in coda alla RSV4 ufficiale, nonostante un distacco pesante, emerge "il clienteGiugliano che si aggrappa con i denti e con le unghie alla prima fila. Gesto atletico degno di nota, soprattutto per aver relegato Laverty in quarta piazza. Detto che il collega sull'altra Aprilia ufficiale non è sembrato per nulla a suo agio in queste condizioni. Si è invece distinto Fabrizio, che con la Honda ha lottato a colpi di cronometro contro la Ducati di Badovini. Due specialisti del bagnato, separati infatti da soli 62 millesimi.

Resta invece in difficoltà la BMW, con Melandri e Davies sempre in tandem, divisi da 14 millesimi. Mentre si accontenta del nono posto il francese Philippe, grazie all'auto-eliminazione di Pirro, caduto duramente sia al mattino che al pomeriggio. Male invece Elias, che precede Cluzel, Salom e Lanzi. Ovvero i piloti che chiudono la top 15, insieme ad Haslam, caduto ancora e sempre dolorante alla gamba infortunata.

Magny-Cours - FIM Superbike World Championship - Superpole 2 Wet

1. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'38.592
2. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'39.397
3. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 1'39.933
4. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'40.410
5. Michel Fabrizio (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'40.864
6. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 1'40.926
7. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'41.361
8. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'41.375
9. Vincent Philippe (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'47.691
10. Michele Pirro (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 1'47.871
11. Toni Elias (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 1'47.886
12. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'48.221
13. David Salom (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'48.916
14. Lorenzo Lanzi (Mesaroli Transports A.S.) Ducati 1098R 1'50.257
15. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'51.796
16. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'41.137
17. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'41.281
18. Fabrizio Lai (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale 1'42.474
19. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 1'43.180 

DITE LA VOSTRA

SBK: Sykes in pole, ma Guintoli gioca in casa. Chi uscirà da Magny-Cours in testa al mondiale?

TAGS:
Superbike
SBK
Ducati
Aprilia
BMW
Kawasaki
Honda
Suzuki
CBR1000RR
GSX R1000
1199R Panigale
RSV4 1000 Factory
S1000RR HP4
ZX 10R
Eugene Laverty
Marco Melandri
Tom Sykes
Davide Giugliano
Chaz Davies
Jonathan Rea
Leon Haslam
Leon Camier
Michel Fabrizio
Carolos Checa
Ayrton Badovini
Niccolò Canepa
Max Neukirchner
Derivate di serie
Althea Racing
BMW Motorrad
Fixi Crescent
Team Pedercini
Ducati Alstare
Magny Cours

I VOSTRI COMMENTI

mastrofarina - 06/10/13

caro ing. DALL'IGNA......dai la moto ufficiale APRILIA.....all'italiano giusto.....GIUGLIANO, non quello zoppo e lamentino.....MELANDRI......

segnala un abuso