Superbike: Laverty conquista la Superpole "bagnata" a Silverstone

Checa e Rea in prima fila, beffate le Kawasaki di Sykes e Baz. Melandri fermo per problemi tecnici, Giugliano cade

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Girando in 2.04.730, Eugene Laverty (Aprilia) conquista una discussa Superpole a Silverstone, dichiarata bagnata nel finale. Completano la prima fila Checa (+0.219) e Rea (Honda, +0.348). Beffate le Kawasaki di Baz, 4° davanti a Sykes, che avevano fatto segnare i giri veloci sull'asciutto, poi cancellati. Giugliano (Aprilia) 9°, è caduto rimendiando la distorsione delle caviglia sinistra. Problemi tecnici invece per Melandri (BMW), solo 15°.

Laverty foto Aprilia

Con le gomme da tempo le Kawasaki erano inavvicinabili e la Superpole sembrava già vestita di verde, per la gioia del solito velocissimo Tom Sykes. L'inglese aveva firmato un giro da record in 2:03.362, andando a battere il compagno di box, Baz. Il francese che si doveva accontentare della seconda piazza, seppur con un grande giro in 2:03.742. E invece la bandiera rossa, esposta a causa di qualche goccia di pioggia, mescolava le carte. Sollevando qualche perplessità tra gli addetti ai lavori e il disappunto di alcuni piloti, per la "severa" decisione presa dalla Direzione Gara. Visto che tutti avevano già usato le gomme da tempo e - a circa 4 minuti dal termine - la situazione sembrava abbastanza chiara. Ma la sicurezza viene prima di tutto e la regola prevede che, in caso di interruzione per pioggia, si cancellino i tempi della SP3 asciutta, per fare un turno di 20 minuti sul bagnato. Peccato che a Silverstone non sia raro vedere qualche goccia cadere tra un raggio di sole e l'altro. Quindi, sconcertati e nervosi al rientro, Sykes e Baz non sono riusciti a replicare la prestazione al top, accontentandosi della seconda fila. Chiusa col sesto tempo di Davies (BMW). Mentre Laverty andava a prendersi il giro veloce, tirandosi dietro Checa e Rea, bravissimi ad approfittare della situazione. Ghiotta occasione per mettere qualche metro tra loro e le Kawasaki, che comunque restano avversarie pericolose per la gara. Caduto invece in SP2 Giugliano, che ha chiuso il turno facendo le radiografie al centro medico, alla caviglia sinistra risultata distorta. Fratture scongiurate dopo la caduta del mattino anche per Melandri, che si butta alle spalle una giornata sfortunata, terminata in SP1. Ovvero quando la sua BMW si è ammutolita poco dopo l'uscita dei box. Per il colori italiani sarà quindi una domenica da correre in rimonta.

Silverstone - FIM Superbike World Championship - Superpole 3

1. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 2'04.730
2. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 2'04.949
3. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 2'05.078
4. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 2'05.105
5. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 2'05.949
6. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 2'06.369
7. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2'06.775
8. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 2'04.358
9. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 2'05.003
10. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2'05.011
11. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 2'05.492
12. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 2'05.573
13. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 2'05.492
14. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 2'05.593
15. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 2'13.317
16. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 2'07.743
17. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 2'08.106
18. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 2'09.543 

DITE LA VOSTRA

SBK: è stato giusto applicare la regola della Superpole bagnata a Silverstone?

TAGS:
Superbike
SBK
Ducati
Aprilia
BMW
Kawasaki
Honda
Suzuki
CBR1000RR
GSX R1000
1199R Panigale
RSV4 1000 Factory
S1000RR HP4
ZX 10R
Eugene Laverty
Marco Melandri
Tom Sykes
Davide Giugliano
Chaz Davies
Jonathan Rea
Leon Haslam
Leon Camier
Michel Fabrizio
Carolos Checa
Ayrton Badovini
Niccolò Canepa
Max Neukirchner
Derivate di serie
Althea Racing
BMW Motorrad
Fixi Crescent
Team Pedercini
Ducati Alstare
Superpole
Silverstone

I VOSTRI COMMENTI

robi440 - 04/08/13

La posizione di Melandri nn c'entra niente con la pole sospesa....lui non ci partecipava.

segnala un abuso

meteor02 - 04/08/13

fa piacere vedere che grazie a una pole sospesa poi fatta baganata si sono scombussolati gli equilibri checa 2 melandri 15°.... ti credo che i piloti erano molto inca, parole di baz e sykes

segnala un abuso

grandecaseypducati - 03/08/13

Dai Carlos che piano piano li andiamo a prendere,se riescono a mettere 10 CV in più alla panigale c'è da diversi!

segnala un abuso

robi440 - 03/08/13

Un paio di gare fa' sembrava che Sykes si avviasse a dominare qst. mondiale,invece il vento è cambiato....
le Kawa vanno forte,ma domani sara' una gara aperta a qualunque risultato...in stile SBK.
Fa' piacere rivedere Checa e la Ducati ritornare li' davanti.

segnala un abuso